M5s, il blog replica a F. Boccia (Pd): Rousseau non si smonta ma si apre

75

“Ringraziamo Boccia per l’interesse verso uno strumento come Rousseau, che serve per far partecipare gli iscritti alle decisioni importanti. Il Pd vuole attrezzarsi per fare le primarie online? Per far scegliere i candidati europei dai propri iscritti? Vuole permettere a tutti di candidarsi nelle loro liste a tutti i livelli? Vuole permettere ai propri iscritti di proporre leggi da presentare in parlamento? Se l’interesse ossessivo per Rousseau è dovuto a questo non è necessario smontarlo e rimontarlo con fantomatici hacker etici: possiamo prestare al Pd il nostro software e la nostra tecnologia per fare tutto questo, a partire dalle primarie”. Così l’Associazione Rousseau in un post sul blog delle stelle replicando al candidato dalla segreteria Pd che ha annunciato di essere pronto “il 15 dicembre a far smontare in diretta dai nostri giovani sviluppatori e hacker etici la piattaforma Rousseau”. Nello stesso giorno, prosegue l’Associazione, “a Napoli, in piazza del municipio, ci sarà una nuova tappa del tour del Rousseau City Lab dove parleremo di nuovi strumenti di partecipazione alla vita politica, di cittadinanza digitale e di democrazia diretta. Sviluppare strumenti di cittadinanza digitale è interesse di tutti gli italiani, non solo del MoVimento 5 Stelle che però di questo interesse ha fatto una battaglia politica. Se qualcuno ci copia, ne siamo felici. Francesco Boccia, tutti gli altri candidati alle primarie del Pd e in generale tutti i leader politici dei partiti italiani, sono invitati a Napoli per discutere con noi di come dare sempre maggiori poteri ai cittadini. Rousseau non si smonta, ma si apre alle esigenze di tutti”. L’Associazione sottolinea inoltre come qualora dovessero verificarsi degli attacchi alla propria piattaforma il 15 dicembre “i danni” verrebbero “addebitati a Francesco Boccia”.