“MAC”, via alla gara del Comune di Pozzuoli per gestire il progetto Ue di riqualificazione

55

Il progetto europeo MAC (Monterusciello Agro City), varato dal Comune di Pozzuoli (Napoli) per la gestione di 52 ettari di terreno agricolo e dei locali annessi, sara’, con procedura pubblica e la costituzione di un partenariato pubblico privato, affidato a privati. Il terreno e le strutture volumetriche saranno date in concessione per 25 anni. L’atto deliberativo approvato dalla giunta comunale passerà al vaglio del consiglio comunale. “In questo modo potremo dare seguito a tutto il lavoro svolto in questi anni nell’ambito del progetto improntato sulla valorizzazione di aree di Monterusciello abbandonate, sulla coltivazione delle produzioni tipiche locali e sulle attivita’ di formazione messe in campo per i nostri giovani”, ha spiegato il sindaco Vincenzo Figliolia, sottolineando “l’importanza e l’efficacia avuta dal progetto, premiato quattro anni fa dall’Europa, nella promozione del territorio e di modelli imprenditoriali innovativi legati all’agricoltura urbana”. Nell’ambito del progetto prevista anche la realizzazione di opere pubbliche, la valorizzazione e la riqualificazione di aree e strutture degradate e abbandonate, la rigenerazione di impianti sportivi e di luoghi destinati al tempo libero. La convenzione prevede che il soggetto imprenditoriale debba provvedere alla coltivazione dei terreni (17 aree) secondo i principi dell’agricoltura biologica, alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere realizzate dal comune e dei locali assegnati, alla gestione di un mercato a Km zero con commercializzazione i prodotti Mac e le eccellenze dell’area flegrea. Dovra’ assumersi anche l’attivita’ di formazione mediante stage destinati ai giovani che intendono dedicarsi all’agricoltura sostenibile e all’attivita’ di incubazione d’impresa. “Il progetto MAC, apprezzato a livello nazionale ed internazionale, coniuga rigenerazione urbana, ricostruzione di paesaggio e sviluppo economico, sostenuto ma non assistito, nel settore primario, in piena e anticipata coerenza con il New Green Deal” – ha sottolineato l’assessore al Governo del Territorio Roberto Gerundo.