Macroregione, a Roma l’ultimo coordinamento prima del Forum

63

Nuova tappa verso l’assemblea costituente e l’avvio operativo della Macroregione mediterranea, innovativa forma di democrazia partecipativa, in programma per il 9 e il 10 novembre all’Istituto di Studi Filosofici di Napoli. Plurale, rappresentativa e determinante partecipazione nella sede del Collegio Amministrativo Ferroviario Italiano (CAFI) a Roma per il varo del nuovo strumento europeo trainante di affermazione dei più condivisibili e auspicabili obiettivi di coesione territoriale volti a sostenere, promuovere ed accompagnare programmi e progetti per lo sviluppo e la riduzione delle disparità tra territori e cittadini. Fra i presenti Giovanni Saccà, responsabile del Settore studi del CAFI, Paolo Pantani, direttore di Civicrazia, espressione della sana ed impegnata società civile, e coordinatore del comitato promotore della Macroregione mediterranea centro occidentale, Gianpaolo Basile, collaboratore dell’ Europarlamentare Andrea Cozzolino, Cristina Florenzano, delegata della Regione Basilicata, Stanislao Napolano, membro del comitato promotore e i giornalisti Carmelo Cutuli e Nicola Rivieccio.
La Macroregione, evidenziano i promotori, rappresenta l’opportunità storica da cogliere. In un’epoca in cui l’Unione europea vive un momento di forte incertezza democratica nasce la grande opportunità delle politiche Macroregionali. Quattro di esse stanno già operando (la baltica, la danubiana,la ionico-adriatica e l’alpina). Sono nate per stimolare anche gli Stati a impegnarsi con finanziamenti propri.
Il nuovo organismo partecipativo macroregionale rappresenta dunque in questo momento il più avanzato strumento dell’Unione Europea con cui colmare il deficit di democrazia in un’Europa ormai in pasto alle multinazionali e nella quale ogni cittadino non sia più diviso ma operi insieme agli altri in una logica di condivisione di obiettivi e risultati e nella quale non si è più costretti a delegare, ma si possa finalmente prendere in considerazione un nuovo modello di esercizio democratico.
Il Forum di Napoli è in programma per i giorni 9 e 10 novembre presso l’Istituto Italiano degli Studi Filosofici, a Palazzo Serra di Cassano in via Monte di Dio. Intanto il professore Andrea Piraino ha ringraziato, con una lettera, gli organizzatori della presentazione a Napoli del suo libro sulla Macroregione.