#Madetolast: scatti social per la sostenibilità: un napoletano tra i 4 premiati da Michlen

32

Grande successo per il concorso fotografico #madetolast, fatto per durare, organizzato dal produttore francese di pneumatici Michelin per stimolare la coscienza ambientale della gente. L’iniziativa nasce per far riflettere i consumatori sull’importanza della durata delle prestazioni che oggi tutti i prodotti, pneumatici inclusi, devono assicurare nel tempo senza perdere in affidabilità, a favore di uno sviluppo sostenibile. La mano di un anziano che con i suoi segni esprime il senso del passare del tempo, un pallone sgonfio su una spiaggia al tramonto, una stretta di mano fra due persone, due anziani che attraversano la strada a braccetto con un poster di sfondo che ritrae due ragazzi che si baciano, sono queste le quattro foto piu’ originali che hanno vinto il contest. Sono state selezionate tra le oltre 2.500 pervenute sui canali online dell’iniziativa organizzata dalla multinazionale transalpina della gomma. Gli autori sono stati premiati con un viaggio in una citta’ europea a scelta tra Berlino, Barcellona e Lisbona. Il regolamento del concorso prevedeva la possibilita’ di caricare sul sito da 1 a 5 foto, dal tono serio o divertente, che esprimessero l’idea di valore nel tempo. Immagini che i partecipanti avrebbero dovuto poi postare sui propri canali social, Instagram e Facebook. Alla fine, tra gli scatti di oltre 1.100 concorrenti, sono stati giudicati come più interessanti quelli realizzati da Veronica Camastra di Bari, “Neto” De Vecchi nato a Rosana in Brasile, attualmente residente a Bologna, Marcello Iaconetti di Follonica e Giangaetano Sabbatiello di Napoli. Al sito dedicato, www.livethemotion.it, era possibile anche mettere alla prova la propria sensibilita’ sui tema ‘green’, rispondendo alle domande del game InstantWin che ha registrato oltre 5.000 partecipanti e quasi 35.000 giocate. In questo caso sono stati 92 i vincitori, che si sono aggiudicati un buono regalo per un paio di scarpe Lite Train K Salewa, progettate per lo speed hiking e gli allenamenti in montagna, dotate di suola sviluppata dalla Michelin technical Soles. Calzature che sono state omaggiate anche ai quattro premiati del concorso fotografico. “Con questa iniziativa – spiegano dalla Filiale della Casa del Bibendum – Michelin, non solo conferma il suo impegno nella ricerca e nella tutela dell’ambiente, ma si propone come una tra le aziende top employer piu’ interessate a offrire ai piu’ giovani la possibilita’ di comunicare le proprie idee, con lo scopo di dar loro nuove opportunita’ di lavoro (dall’economia, al management, fino alla comunicazione)”. Dopo le premiazioni dei partecipanti online, il progetto #madetolast prosegue, infatti, nelle universita’ italiane con l’obiettivo di coinvolgere gli studenti dell’Università Federico II di Napoli e dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna. L’obiettivo e’ stimolarli a sviluppare idee innovative basati sui principi di “prestazione a lunga durata” con effetti positivi sulla sostenibilita’ dal punto di vista tecnico, economico, ambientale e sociale, nell’ottica della strategia aziendale Michelin. I vincitori riceveranno un premio che contribuira’ a finanziare il loro percorso di studi. Marco Do, direttore della comunicazione della Filiale della multinazionale transalpina, sottolinea: “#Madetolast si lega alla missione di Michelin, che e’ quella di contribuire al progresso della mobilita’. Una mobilita’ migliore, sicura e sostenibile. Una mobilita’ che tenga conto della durata del valore che hanno le cose nel tempo. Abbiamo notato che buona parte degli automobilisti ha l’abitudine di sostituire i pneumatici prima del limite legale di usura che e’ di 1,6 millimetri, rinunciando cosi’ a percorrere un buon numero di chilometri. Cio’ comporta uno spreco di materia prima e un costo in piu’ per il consumatore. Per questo motivo crediamo sia opportuno far riflettere il pubblico sulla durata delle prestazioni che i prodotti hanno nel tempo”.