Mafia: motivazioni ‘Borsellino quater’, ‘Il giudice non fu ucciso per la trattativa’/Adnkronos (4)

11

(Adnkronos) – “Le numerose dichiarazioni raccolte dai testi escussi hanno rivelato numerose contraddizioni che non è apparso possibile superare, gettando al tempo stesso l’ombra del dubbio che altri soggetti possano essere intervenuti sul luogo della strage, nell’immediatezza dell’esplosione, ‘in giacca’ nonostante la calura del mese estivo e l’ora torrida, non appartenenti alle forze dell’ordine e individuati anzi da taluni agenti intervenuti nella immediatezza come ‘appartenenti ai servizi segreti'”, scrivono i giudici della Corte d’assise d’appello di Caltanissetta.