Mafia, nelle sedi della Uil Campania i video dei nomi delle vittime innocenti

29
in foto Giovanni Sgambati, segretario generale della UIL Campania

La Uil Campania, così come la Uil nazionale e di tutte le regioni italiane, è presente alla manifestazione, organizzata da Libera, oggi, ‘Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie’. “Quella contro le mafie, contro l’illegalità e contro ogni forma di abuso, di ingiustizia e di corruzione è una battaglia sacrosanta che la UIL , il Sindacato, porta avanti da sempre”, afferma Giovanni Sgambati, segretario generale della UIL Campania. “Lo fa – evidenzia – nelle trattative per difendere i diritti e la dignità delle lavoratrici e dei lavoratori, lo fa sui tutti i luoghi di lavoro, nelle campagne, scenario troppo spesso di sfruttamento e di caporalato, lo fa soprattutto quando riesce a difendere i posti di lavoro, perché sappiamo che peso ha, nei nostri territori , la disoccupazione e quanto è facile cadere nelle maglie strette della malavita organizzata”. “Siamo con Libera oggi e con tutto il mondo del volontariato, con le scuole, con tutto il popolo che marcia pacificamente perché non vuole restare in silenzio, non vuole dimenticare, perché questa è una battaglia che non si vince da soli, ma è necessario l’impegno di tutti – aggiunge – a partire dalle Istituzioni, dal nuovo Governo che si insedierà, dalle Forze politiche e quelle dell’Ordine. Questi soggetti insieme alle forze sociali, al sindacato e alle associazioni possono essere i propulsori di una speranza concreta, quella di una società migliore e libera dalle mafie” . Quando si leggeranno i nomi delle 975 vittime in piazzale Aldo Moro, a Scafati e nelle altre città italiane, “nelle sedi dei Caf e dei Patronati della UIL sarà proiettato su dei monitor il video con l’elenco delle vittime per aprire nuovi luoghi alla memoria e dare maggiore risonanza all’iniziativa”.