Mafia: sequestro Dia, inquirenti ‘Pilo finanziato con capitali illeciti grazie ad appoggio boss’

39

Palermo, 16 giu. (Adnkronos) – L’anziano imprenditore Giovanni Pilo, ritenuto dagli inquirenti uomo d’onore della famiglia mafiosa di Palermo-Resuttana, e a cui la Dia ha sequestrato oggi beni per 30 milioni di euro, “finanziò le sue iniziative imprenditoriali con capitali illeciti e trasse un vantaggio concorrenziale nello svolgimento della sua attività grazie all’appoggio della mafia, in quanto collettore degli interessi di Cosa nostra nell’ambito delle attività imprenditoriali nel settore delle costruzioni edili ed immobiliari”, spiegano gli inquirenti.