Mag investe nella tutela della salute. Ecco Sustainable work: prevenzione e assistenza, servizi per Pmi e privati

38
in foto Pierluca Impronta, presidente del Gruppo Mag

Prevenzione, attività sportiva, buona alimentazione rappresentano i maggiori indicatori di uno stile di vita sano. Il benessere psico-fisico di ogni individuo è relazionato alla vita aziendale e incide fortemente sulla qualità del lavoro. In quest’ottica investire nel wellbeing rappresenta una chiave fondamentale di successo. Da questa convinzione nasce Sustainable work, un nuovo progetto promosso da Mag, società napoletana di consulenza e brokeraggio assicurativo leader nel mercato italiano, “che ha riunito – si legge in una nota – specialisti del mercato assicurativo, delle università e dello sport per formulare la propria offerta dedicata a persone e aziende”. Obiettivo del progetto è “promuovere lo sviluppo di stili di vita sani, ridurre i fattori di rischio, scoraggiare la sedentarietà. Una vita lavorativa orientata al benessere può rappresentare una chiave di volta per restituire dignità alle persone, valorizzarne le potenzialità e far crescere la fedeltà del dipendente in ottica di identità aziendale”.
“Un’azienda che aderisce al programma – si legge ancora nel comunicato diffuso dal gruppo Mag- , oltre a poter beneficiare dei servizi dedicati in termini di analisi della performance sportiva e umana predisposti da Luiss Sport Lab – progetto dell’Associazione Sportiva Luiss- ha la possibilità di erogare al Dipendente piani di prevenzione, check-up e assistenza sanitaria formulati da Mag in esclusiva con la Compagnia di Assicurazioni Axa”.
“Il gruppo Mag – dichiara il presidente del gruppo, Pierluca Impronta – sostiene e promuove la ricerca e lo sviluppo di tutte le forme innovative di tutela assistenziale, con particolare attenzione all’assistenza sanitaria integrativa, al fine di favorire il benessere fisico e mentale degli individui. Con l’ideazione del protocollo Sustainable work abbiamo voluto ribadire quanto sia importante la funzione sociale delle forme assicurative sulla salute e del loro ruolo all’interno dei sistemi di welfare”.
Cinque le azioni essenziali previste nel protocollo che l’azienda deve tenere in considerazione per tutelare il benessere psicofisico dei propri dipendenti e collaboratori: la promozione di un’alimentazione equilibrata con l’offerta di una dieta sana e corsi di educazione alimentare; un rapporto più flessibile con il tempo per consentire la presenza di spazi da dedicare all’attività fisica; la conciliazione tra vita lavorativa e vita personale; la creazione di un ambiente di lavoro salubre e confortevole; l’applicazione dello smartworking, che ha mostrato risultati notevoli relativamente a incremento di produttività e riduzione dell’assenteismo.