Magaldi, intesa con Mitsubishi: l’annuncio nel giorno del 90° anniversario del gruppo

41
In foto Mario Magaldi

Il Gruppo Magaldi di Salerno avvia una collaborazione con Mitsubshi per lo sviluppo delle nuove tecnologie brevettate Magaldi Stem. L’intesa conferma il ruolo di primo piano, a livello mondiale, dell’azienda salernitana nel settore dell’energia solare e dell’accumulo di energia termica da fonti rinnovabili. La partnership viene annunciata nel giorno in cui il Gruppo Magaldi celebra i 90 anni del Gruppo. Alla conferenza stampa, con l’amministratore del gruppo Mario Magaldi e con il presidente della Magaldi Sun, Luici Nicolais ci sono i il leader nazionale di Confindustria Vincenzo Boccia, il nunero uno di Simest, Salvatore Rebecchini, il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca. E’ Magaldi a spiegare che l’accordo con il colosso nipponico “proietta sempre più il gruppo in una dimensione internazionale nel settore delle energie rinnovabili”. “La nostra propensione all’innovazione – continua – è il motore che ci permette di restare leader mondiali nei settori nei quali operiamo, garantendo la generazione di valore per i nostri stakeholder di riferimento e sostenendo lo sviluppo dei territori sui quali operiamo”. Non è un caso che il motto scelto per la celebrazione dei 90 anni di attività del Gruppo Magaldi (che ha a Salerno la sua sede principale e a Buccino due impianti produttivi) sia “tra invenzione e innovazione”.
Azienda familiare che produce esclusivamente macchine e impianti innovativi, basati su tecnologie proprie brevettate nel settore della movimentazione di materiali ad alte temperature, il Gruppo ha sviluppato e brevettato il primo sistema al mondo capace di utilizzare la sabbia quale mezzo di accumulo dell’energia termica, rendendola disponibile anche in assenza di sole. E l’accordo con il colosso giapponese dovrebbe favorire lo sviluppo tecnico e commerciale a livello mondiale delle tecnologie brevettate nel settore dell’energia solare, in continuità con la strategia di sviluppo della società salernitana nelle rinnovabili.
Il Gruppo Magaldi sin dal 1994 ha concesso licenza degli impianti Mac – Magaldi Ash Cooler per il Giappone alla KHI – Kawasaki Heavy Industries, accordo ancora in vigore che recentemente si è arricchito di un nuovo brevetto Magaldi L’Ecobelt – Wa per la estrazione a secco delle ceneri da inceneritori di rifiuti. Il che ne consente il recupero e la selezione dei metalli con grande beneficio per la economia circolare e la risoluzione drastica di gravi problemi ambientali.
Nel corso della giornata è stato inoltre presentato il libro “I Magaldi. Inventori e innovatori, dalla terra degli ulivi alla competizione globale”, di Francesco Caputo, professore ordinario AR nel settore del disegno e metodi dell’Ingegneria industriale dell’Università Federico II di Napoli, edito da Rubbettino, in cui viene ripercorsa la storia pluricentenaria della famiglia, dalle origini medioevali fino all’ascesa industriale a livello internazionale.