Malattie rare, Shire: “Giovani creativi per nuove idee a favore dei malati”

43

Firenze, 29 set. (AdnKronos Salute) – “Abbiamo pensato con l’hackathon di andare a cercare risorse tra giovani: menti fresche, creative, che ci possano dare idee da sviluppare per continuare il nostro percorso di innovazione in favore dei malati rari”. Così Laura Crippa, Access&External Affairs Head di Shire Italia, spiega il senso della promozione dell”Hackathon on Rare Disease’, l’evento che si è svolto a Firenze all’interno del Forum della sostenibilità e delle opportunità nel settore della salute, promosso con il supporto non condizionato di Shire Italia e parte della Settimana europea delle biotecnologie, patrocinata in Italia da Assobiotec.

“In Shire abbiamo iniziato dieci anni fa – prosegue – cercando non solo di portare soluzioni terapeutiche, per quanto importanti esse siano, ma di innovare promuovendo anche assistenza domiciliare, supporto psicologico, assistenza infermieristica e cercando di dare ai pazienti un supporto a 360 gradi per quanto è possibile a un’azienda farmaceutica. Oggi il nostro impegno nell’inovazione deve continuare e passa anche per iniziative come questo hackathon”.