Malazè, a settembre 10 giorni di promozione dei Campi Flegrei

37

Napoli, 25 giu. (Labitalia) – Torna a settembre, con la XIII edizione, Malazè, l’evento enogastronomico che mette in mostra il bello e il buono dei Campi Flegrei: dall’enogastronomia ai beni culturali e paesaggistici. “Quest’anno Malazè si svolgerà dal 15 al 25 settembre – ha spiegato Rosario Mattera, organizzatore di Malazè e presidente dell’associazione Campi Flegrei a Tavola – e riserva molte novità organizzative. Sono stati individuati degli hub, punti di riferimento in cui, dalla mattina alla sera, organizzeremo eventi. Gli hub sono il castello di Baia a Bacoli, sede anche del Museo Archeologico, il Rione Terra di Pozzuoli e il cratere degli Astroni”.

“Si organizzeranno eventi dedicati a tutte le fasce di età e per tutti i gusti: visite teatralizzate, attività per bambini, escursioni e ovviamente degustazioni di vini e piatti tipici. Non mancheranno gli appuntamenti durante la settimana e l’evento finale con i ragazzi della Bottega dei Semplici Pensieri ed evento di beneficenza con il pizzaiolo Diego Vitagliano alla mensa dei poveri del Santuario di San Gennaro”, ha aggiunto.

Nello specifico, fra gli eventi che saranno organizzati, al Castello di Baia: Master Class Falanghina Campi Flegrei doc annata 2017 a cura del Consorzio Tutela Vini dei Campi Flegrei, Ischia e Capri, Paniere flegreo con la condotta Slow Food dei Campi Flegrei, visite guidate e teatralizzate, laboratori per bambini, scrittori in tour, degustazione di piatti e vini. Al Rione Terra di Pozzuoli: visite al percorso archeologico sotterraneo, al Duomo, a Cappella de Cioffis e al Museo Diocesano, laboratori per bambini, Museo Virtuale del Bradisismo con l’associazione Lux in Fabula. E al Cratere Astroni: yoga all’alba, visita al sito borbonico, laboratori per bambini, visita alla mostra sui dinosauri, birdwatching, visita ai vigneti dell’aerale, laboratorio sulle erbe spontanee, visita notturna alla colonia di pipistrelli.

Tra le novità di questa edizione, anche la collaborazione tra due presidi Slow Food, quello dei Campi Flegrei e quello della Costiera Sorrentina e Capri. Un’intera giornata dedicata alla piccola pesca, ai prodotti tipici delle due realtà, alle aree marine protette. Martedì 18 settembre due pescherecci, provenienti dalle due coste, si incontreranno a metà strada per uno scambio di prodotti del Mercato della Terra Costiera Sorrentina e quelli del Paniere Flegreo.

“Per il Parco archeologico dei Campi Flegrei – ha dichiarato Paolo Giulierini, direttore del Parco Archeologico dei Campi Flegrei – è un onore ospitare una grande manifestazione come Malazè. Gli appuntamenti pensati all’interno dei siti del circuito archeologico enfatizzano la bellezza della storia e della cultura e promuovono allo stesso tempo la ricchezza di un intero territorio. Eventi di questo spessore si coniugano con l’indirizzo del Parco per rendere fruibili e pieni di vita luoghi come il Castello, ma anche le Terme, Cuma e l’Anfiteatro. Plaudo agli sforzi degli organizzatori per mettere insieme tanti operatori, energie diverse e vocazioni multiple. Sicuramente, il nostro è un legame che deve diventare nel tempo sempre più saldo per contribuire a questa significativa esperienza, quale è Malazè.

“Malazè fin dall’inizio è riuscito a comprendere esattamente quello che è l’identità flegrea – ha detto Giuseppe Pugliese, sindaco di Monte di Procida – ed è stato il primo evento che ha compreso l’importanza, per il nostro territorio, del turismo esperienziale”.