Maltempo, allarme Coldiretti: Raccolta olive a rischio al Sud causa smottamenti e allagamenti

16

Il maltempo si abbatte sull’Italia e sale il conto dei danni con smottamenti e allagamenti mettendo a rischio la raccolta delle olive in pieno svolgimento. E’ l’allarme lanciato dalla Coldiretti su dati Eswd in riferimento all’allerta gialla della Protezione civile scattato in sei regioni del Centro-sud fortemente vocate per l’extravergine – Calabria, Campania, Lazio, Molise, Umbria e Sicilia – con evacuazioni e vittime. Gli allagamenti e la pioggia violenta, afferma Coldiretti in una nota, impediscono di entrare nei campi per le operazioni di raccolta, bloccano le strade di campagna, fanno crollare muretti e rendono i campi impraticabili, ma a preoccupare sono anche i venti di burrasca che fanno cadere a terra i prodotti, causando la perdita di un intero anno di lavoro proprio adesso che si sta cercando di salvare la raccolta delle olive dal fango. Violenti temporali e tempeste di vento si abbattono su un Paese come l’Italia in cui si contano fino ad ora nel 2021 ben sei nubifragi al giorno che a causa della cementificazione e dall’abbandono mettono in pericolo – precisa la Coldiretti – i 7.252 i comuni italiani, ovvero il 91,3 per cento del totale, che hanno parte del proprio territorio a rischio frane e/o alluvioni con i terreni che non riescono ad assorbire l’acqua che cade violentemente e tende ad allontanarsi per scorrimento provocando allagamenti e smottamenti.