Maltempo, dal Consiglio dei Ministri via libera a decreto da 2 miliardi

4

ROMA (ITALPRESS) – Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al decreto con i primi provvedimenti per fronteggiare l’emergenza maltempo. Dopo la riunione del Cdm, si è tenuto un incontro tra il Governo e il presidente dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, assieme a 18 sigle di associazioni datoriali e di lavoratori della regione colpita dall’alluvione.

“Lo stanziamento complessivo è di oltre 2 miliardi di euro per le zone colpite”, afferma il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, nel corso dell’incontro.

“Questo decreto prevede la sospensione dei termini relativi agli adempimenti e ai versamenti contributivi fino al 31 agosto, con la ripresa dei pagamenti al 20 novembre. Il differimento dei mutui nei confronti di CdP, inoltre, sulle utenze è già stata deliberata la sospensione del pagamento da parte di Arera ma c’è una norma che la rafforza; sui mutui non serve una norma perché fa fede il protocollo d’intesa tra governo e Abi”, spiega Meloni.
“Ancora non siamo in grado di quantificare tutte le necessità e i danni, ma in passato interventi di emergenza e urgenza di 2 miliardi non si erano ancora visti”, sottolinea il premier.
“Il ministero dell’Agricoltura ha stanziato 100 milioni di euro per interventi di indennizzo a favore delle aziende agricole e ulteriori 75 milioni a valere sul fondo innovazione, ovvero per l’acquisto di macchinari”, spiega Meloni, che cita anche un altro provvedimento: “Il ministro della Cultura Sangiuliano prevede l’aumento temporaneo di 1 euro per i biglietti d’ingresso nei musei, utilizzando i proventi che arriveranno da questa misura per mettere in sicurezza i beni culturali che sono stati danneggiati dall’alluvione”.

“Questo è un primo passo importante e vi ringraziamo, abbiamo davanti una strada che non sarà breve ma che vogliamo riuscire insieme a realizzare. L’Emilia era spezzata ed era in ginocchio, siamo riusciti a ripartire e ci siamo rialzati, siamo sicuri che faremo così anche per la Romagna, ma questo sarà possibile solo con un lavoro corale”, spiega il presidente dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini. “Ci sarà il tema della ricostruzione, prendiamoci il tempo che serve, questo è un primo decreto e ne servirà uno vero e proprio per la ricostruzione. Noi abbiamo bisogno di norme e procedure speditive, di semplificazione per garantire una capacità di intervento adeguata al bisogno di una ricostruzione che vada fatta bene, nel pieno rispetto della legalità ma anche della rapidità”, aggiunge, annunciando inoltre che giovedì la presidente della Commissione Europea Ursula Von der Leyen visiterà le zone colpite dall’alluvione in Emilia Romagna.

– foto Agenziafotogramma.it –

(ITALPRESS).