Manager di Destinazione, una figura destinata a rivoluzionare il turismo

115
di Claudio Pisapia 
La figura del Manager di Destinazione non esisteva nell’ordinamento italiano fino al Dicembre 2023.
Il destination manager non è il Manager di Destinazione.
Il Manager di Destinazione non è colui che gestisce le DMO.
Ho sentito tante inesattezze su questo ruolo, si parla di codice Ateco assimilandolo ad un agente di viaggio o di commercio e addirittura è nata un’associazione di destination manager.
Il Manager di Destinazione come lo intendo io non è un business ma una professione che non può essere ridotta o assimilata o associata a qualcosa che non sia il sistema turistico di Destinazione.
Il Manager di Destinazione dell’articolo 31 della legge sul Made in Italy è  l’amministratore delegato del sistema turistico di Destinazione.
Il Manager di Destinazione determina e mette in pratica la volontà della Governance della Destinazione.
Il manager scrive la Destinazione, non gestisce posti letto, non fa il sensale, non organizza sagre, notti bianche o eventi effimeri.
Il manager determina il valore potenziale e identitario di un territorio valorizzandone ed esaltandone  peculiarità ed eccellenze.
Il Manager di Destinazione non esisteva e coloro che lo vorrebbero diversamente da come è stato pensato non fanno un buon servizio al territorio di riferimento né a coloro che ritengono di avere una qualifica quella di destination manager che è qualcosa di totalmente diverso nemmeno lontanamente assimilabile alla professione da noi pensata e per la quale abbiamo già inviato la nostra ipotesi di decreto attuativo con il percorso formativo da intraprendere.
Si parla di una professione che noi abbiamo fatto inserire nella legge come emblema e promozione del made in italy come amministratore delegato del sistema turistico di Destinazione rispetto a qualcosa che mutuato da legislazioni di altri paesi si vuole far passare come gestore di DMO una assurdità una banalità che serve a mascherare un fallimento una distorsione dell’applicazione di un istituto le DMO che non hanno nessun senso se non come struttura che organizza le destinazioni. E il molte regioni le destinazioni non esistono.