Mandati d’arresto CPI, Netanyahu: respingo con disgusto paragone tra Israele e Hamas

14


Il premier israeliano: “È una completa distorsione della realtà”

Gerusalemme, 20 mag. (askanews) – All’odierno incontro del Likud alla Knesset, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha definito “scandalosa” la decisione del procuratore capo della Corte Penale Internazionale di chiedere mandati di arresto per lui e per il ministro della Difesa, Yoav Gallant.”Come primo ministro di Israele, respingo con disgusto il paragone del procuratore dell’Aia tra Israele democratico e gli assassini di massa di Hamas. Questa è una completa distorsione della realtà”, ha detto.Il procuratore capo della CPI, Karim Khan, ha annunciato di aver richiesto mandati di arresto da parte dei giudici della corte per Netanyahu e Gallant, insieme a tre massimi leader di Hamas.