Manovra, De Luca: Banca per il Sud? Ok se ha vocazione meridionalista

79
in foto Vincenzo de Luca

L’idea di istituire una Banca per il Sud “e’ antica, partita da Giulio Tremonti e coltivata anche da Claudio De Vincenti, ma, se si concretizza e diventa una cosa seria con una vocazione meridionalista, una sorta di ricostituzione del Banco di Napoli, puo’ essere estremamente interessante”. Questa l’opinione di Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, intervenuto a margine di una conferenza stampa a palazzo Santa Lucia sulla proposta lanciata dal ministro dell’Economia, Giovanni Tria, durante il tavolo sul Sud tra il governo e le parti sociali convocato ieri a palazzo Chigi. “Da quando abbiamo perduto l’autonomia del Banco di Napoli- questa la riflessione di De Luca – al Sud siamo rimasti sguarniti di un istituto di credito orientato al sostegno dello sviluppo nel Mezzogiorno”. Una Banca per il Sud, allora, “aiuterebbe ad abbattere il differenziale dei tassi d’interesse che abbiamo nel credito erogato nel Sud. Non vorrei pero’ – sottolinea il governatore della Campania – che rimanesse un’altra buona intenzione destinata a naufragare. In ogni caso, credo che la sola affermazione sia un segnale di rispetto e consapevolezza verso il Sud”.