Mare, dal 24 al 29 Shipping Week Napoli: riflettori sull’innovazione tecnologica

105

L’innovazione tecnologica per lo sviluppo del cluster marittimo sarà al centro della terza edizione della Naples Shipping Week, in programma dal 24 al 29 settembre prossimi. Un’edizione che gli organizzatori, il Propeller Club Port of Naples e il Clickutility Team, hanno voluto dedicare a Genova e al suo porto, che sta attraversando un momento difficile. “Siamo gemellati con il porto di Genova – spiega il presidente dell’Autorita’ di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, Pietro Spirito – dobbiamo lavorare tutti assieme per fare in modo che Genova abbia strumenti competitivi. Siamo Italiani abbiamo bisogno dello sviluppo del Meridione ma non a danno di altri. Avremo un incontro con le autorita’ del porto di Genova per dire concretamente cosa fare”. Si discutera’ anche di efficienza energetica , di governance dei porti, di nuovi mercati e di sicurezza nei trasporti marittimi. L’edizione di quest’anno prevede anche delle visite tecniche riservate alle scuole e saranno 18 gli istituti scolastici coinvolti. A Napoli arriveranno le navi “Luigi Rizzo, la sesta unita’ Freem dela Marina militare, una delle piuu’ moderne unita’ navali, e la storica nave scuola “Amerigo Vespucci”. “Questa edizione oltre a valorizzare le grandi capacita’ del cluster marittimo napoletano e campano – sottolinea il presidente dell’ International Propeller Club Port of Naples, Umberto Masucci – presentera’ il porto di Napoli nella pienezza delle sue funzioni e con la sua nuova governance. E’ un’occasione per il Propeller per sottolineare il proprio ruolo di ambasciatore nel mondo dello shipping”. Non soltanto incontri tematici, per la settimana dello shipping, ma anche eventi culturali che si snoderanno tra siti di interesse storico e artistico della citta’, come il Molo San Vincenzo, la Stazione Marittima, il Museo di Caodimonte e Villa Doria D’Angri.