Marianna Pepe, nessun segno di violenza sul corpo

6

Trieste, 12 nov. (Adnkronos) – Non ci sono segni di violenza sul corpo di, l’ex campionessa di tiro a segno trovata morta in una casa di Muggia (Trieste) giovedì scorso. La Procura di Trieste parla di “morte improvvisa conseguente a insufficienza cardiorespiratoria da edema polmonare secondario a verosimile polintossicazione da diverse sostanze”.

L’autopsia, che si terrà mercoledì, dovrà chiarire, come spiega ancora la Procura, se “effettivamente le cause del decesso sono riferibili all’assunzione di sostanze esogene o ad altre cause”. Si sta indagando “per chiarire la responsabilità di chi ha fornito alla donna tali sostanze”, in particolare sull’amico 40enne che ha ospitato la vittima (insieme al figlio di 5 anni) e che l’ha trovata senza vita.

Ancora la Procura precisa che la famiglia era seguita dai Servizi sociali (c’erano state diverse denunce, poi ritirate, della Pepe nei confronti dell’ex compagno 42enne). “Si stanno doverosamente compiendo tutte le indagini per ricostruire i fatti e verificare le responsabilità di ogni soggetto coinvolto”, conclude la nota.