Mattarella: “Grazie a GdF per impegno a difesa di principi giustizia e legalità”

40

Roma, 21 giu. (AdnKronos) – “In questa solenne circostanza desidero esprimere alle donne e agli uomini della Guardia di Finanza la riconoscenza della Repubblica per il loro impegno nella difesa dei principi di giustizia e legalità, tanto più significativi sul terreno della tutela della sicurezza economica e finanziaria del Paese, dei cittadini e delle imprese, base essenziale per ogni democrazia. Il contrasto di un ampio spettro di infiltrazioni criminali, dalle frodi negli appalti all’evasione fiscale, dalla corruzione alle truffe sull’utilizzo dei fondi pubblici, è stato condotto con rigore e professionalità”. Lo scrive il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha inviato al Comandante Generale della Guardia di Finanza, generale Giorgio Toschi, un messaggio per l’anniversario della fondazione del corpo.

“Nella ricorrenza del 243° anniversario della fondazione, rendo omaggio alla Bandiera della Guardia di Finanza, simbolo della dedizione del Corpo al servizio dell’Italia e a tutti i Finanzieri che nella tradizione plurisecolare dell’istituzione hanno saputo affermare i valori dello Stato”, aggiunge Mattarella.

“A questi fronti si è aggiunta l’azione di ricerca e lotta ai flussi finanziari illeciti che alimentano il terrorismo internazionale – ricorda il capo dello Stato – . In coordinamento con le altre Forze Armate e la Protezione Civile, i Finanzieri si sono distinti nella instancabile opera di soccorso a favore delle popolazioni duramente colpite dalle recenti calamità naturali, che hanno sconvolto l’Italia centrale”.

“Merita di esser sottolineata la pregevole attività dei Finanzieri del comparto aeronavale nel costante impegno nelle operazioni di soccorso ai migranti che affrontano in condizioni disumane le grandi insidie del mare. Nella memoria grata verso coloro che hanno perso la vita nell’adempimento del loro dovere, rivolgo a tutti gli appartenenti al Corpo e alle loro famiglie i più fervidi voti augurali. Viva la Guardia di Finanza, viva la Repubblica!”, conclude il messaggio del Colle.