Maurizio Auriemma promosso dirigente generale della Pubblica Sicurezza

97
In foto Maurizio Auriemma
Il questore di Bergamo, Maurizio Auriemma, è stato nominato dal consiglio dei ministri dirigente generale di Pubblica Sicurezza, la più alta qualifica prevista per un funzionario della Polizia di Stato. Auriemma, 60 anni, dirige la questura di via Noli dall’aprile 2019, al posto del collega uscente Girolamo Fabiano. Nato a Firenze ma cresciuto in Campania (a Somma Vesuviana per la precisione), si è laureato a Napoli in Giurisprudenza. Auriemma entra nella Polizia di Stato nel 1985. Come vice commissario presta servizio in Liguria (Questure di Genova e La Spezia, Criminalpol Liguria e VI Reparto Mobile di Genova), in Calabria (Commissariato di P.S. di Palmi, quale Dirigente) e in Lombardia (Dirigente III Reparto Mobile di Milano). Tra le varie attività c’è anche quella di direttore della Logistica della Polizia di Stato in occasione del vertice G8 del 2001, delle Olimpiadi Invernali Torino 2006 e ha seguito e coordinato i servizi di ordine e sicurezza pubblica nella Provincia Autonoma di Trento. Prima di Bergamo era stato ad Agrigento.