Maxisequestro di pasta Napoli, era venduta a “prezzo stracciato”

24

I carabinieri della stazione di Marigliano, in provincia di Napoli, insieme a colleghi della tenenza di Scafati hanno trovato un enorme carico di pasta di provenienza furtiva tenuto nascosto in attesa di involarsi in un deposito in via Galileo Ferraris. Nel deposito sono stati trovati e sequestrati 174 quintali di pasta Garofalo, 84 quintali di pasta De Matteis, 4.200 bottiglie (da 0,5 litri l’una) di aceto balsamico Colavita. Nel deposito, della ditta Covit (società di riassetto commerciale e industriale) sono state bloccate e identificate 6 persone residenti tra il nolano e la zona stabiese, cinque delle quali già note alla forze dell’ordine. Trovati e sequestrati anche altri alimenti e oggettistica varia sui quali sono ancora in corso accertamenti. 

Per portar via tutti gli alimenti i carabinieri hanno dovuto usare due tir. I militari hanno accertato che era già cominciata la commercializzazione della pasta ad alcuni negozi della zona, che tenuto conto del ‘prezzo stracciato’ di acquisto, per liberarsene al più presto possibile l’avevano messa in vendita in “offerta speciale” a 50 centesimi a pacco.