Mazda porta il drifting a Monza in uno show con la MX-5

31

Mazda, in occasione della seconda giornata del Milano Monza Motor Show, ha organizzato una esibizione di drifting all’Autodromo di Monza con due diverse versioni della MX-5 guidate dal team Aereus di Filippo Pirini, campione di drifting e vincitore del titolo di “Rookie of the Year” nel 2011.
L’evento si è svolto nella cornice dello storico circuito italiano, dove i giornalisti e le redazioni delle più grandi case automobilistiche hanno potuto assistere a uno spettacolo unico, interpretato dai due piloti professionisti Marco Bonfatti e Luca Fuschini, alla guida delle due MX-5 in pista, una ND di serie 2.0 da 184 CV in Soul Red Crystal e una NC in versione speciale da 700 CV con una particolare livrea opale.
Il drifting, che condivide con Mazda le stesse radici giapponesi, è una disciplina per sole auto a trazione posteriore, come la MX-5, e consiste nell’abilità di controllare l’auto in sovrasterzo. A differenza della maggior parte delle competizioni automobilistiche, nel drifting è il talento del pilota a fare la differenza mentre la velocità assume un aspetto secondario. Infatti i due giovani piloti non si sono risparmiati, spalleggiandosi in uno spettacolo portiera contro portiera, a colpi di sbandate e testacoda.
“Ho scelto la MX-5 per i miei piloti perchè è un connubio di design e tecnica. Grazie al suo telaio e all’handling estremamente sofisticato, riesce a suscitare un’esperienza di guida unica: la vettura fa quello che vuoi. E’ questo il famoso Jinba Ittai, il perfetto legame tra cavallo e cavaliere, auto e pilota”, ha affermato Pirini. “Mio nonno, che collezionava auto da corsa, me le faceva pulire con la pelle di daino in ogni singolo particolare e ancora ricordo la mia mano passare sulle loro linee sinuose. La stessa sensazione l’ho ritrovata, da grande, sulla mia prima MX-5, sembravano delle onde. Quando l’ho guidata poi ho provato la stessa emozione ed è stato amore a prima vista”, conclude il campione. L’iconica roadster giapponese conferma di essere non solo un’auto dal design raffinato ma anche un’auto sportiva divertente e dal piacere di guida unico, come dimostrato in pista in occasione del MIMO 2021.
(ITALPRESS).