Mcl e Curia di Napoli, doni ai bambini di tutte le nazionalità. Sepe, Befana nel Duomo tra canti e balli etnici

178
in foto la celebrazione dell'Epifania nel 2020 con la partecipazione di rappresentanti dei gruppi etnici presenti a Napoli

Anche quest’anno il Movimento Cristiano Lavoratori di Napoli in collaborazione con l’arcidiocesi di Napoli organizza per il 6 gennaio la 10^ edizione della consegna di doni ai bambini italiani e di diverse etnie durante la celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale Crescenzio Sepe nel Duomo della città di Napoli.
Come ogni anno il cardinale onorerà la giornata dell’epifania e la Festa dei Popoli. Per l’occasione l’arcivescovo ha invitato in Duomo vari esponenti in numero limitato, dei gruppi etnici della città che parteciperanno con i propri vestiti tradizionali e condivideranno danze e canti dei propri paesi d’origine, alla fine della messa nel rispetto delle norme e protocolli Covid, saranno simbolicamente donati a un numero ristretto di bambini i giocattoli messi a disposizione da Mcl Napoli.
Il resto dei giocattoli circa 500 saranno consegnati ai diversi parroci di riferimento di molte parrocchie di Napoli che poi provvederanno alla consegna per evitare assembramenti pericolosi.

In foto Michele Cutolo

«Una Befana della solidarietà, della bontà di tanti e una Befana anomala per il Covid -19 è per la guerra invisibile che ci perseguita, dichiara – Michele Cutolo, presidente provinciale di Napoli Mcl – per cui auspico è preghiamo, affinché termini questa triste pagina storica della nostra esistenza, che ci sta privando di umanità è relazioni sociali corrette”.
L’occasione è importante per tanti bambini affinché ritrovino il piacere di giocare è in un prossimo è immediato futuro non più da soli ma in compagnia di coetanei, viste le restrizioni pandemiche; è il dono della solidarietà acquisisce un aspetto ancora più importante nell’epoca attuale che viviamo.