Mediaset a tutto ciak: 7 nuovi set e D’Urso torna ‘Dottoressa Giò’

19

Roma, 5 giu. (AdnKronos) – Estate calda per la fiction Mediaset, che entro l’estate porterà sul set ben 7 nuove produzioni. Al via i primi ciak delle nuove edizioni di “L’Isola di Pietro” con Gianni Morandi, di “Rosy Abate” con Giulia Michelini e, dopo ben 20 anni di assenza, di “La dottoressa Giò” con Barbara d’Urso. E ancora, quattro novità assolute: “Liar” con Alessandro Preziosi e Greta Scarano, “Un bel luogo per morire” con Ambra Angiolini e Giorgio Pasotti, “Lontano da te” con Megan Montaner e Alessandro Tiberi e “L’amore Strappato” con Sabrina Ferilli.

Dopo il grande successo della prima stagione – quasi 4.500.000 telespettatori di media d’ascolto – Gianni Morandi torna a indossare il camice del pediatra Pietro Sereni in ‘L’Isola di Pietro’, di cui sono in corso le riprese per le 6 puntate delal seconda stagione. Lo scenario è quello, mozzafiato, di Carloforte in Sardegna. In questa nuova stagione, approdano nel cast due guest star d’eccezione: Lorella Cuccarini ed Elisabetta Canalis. Giulia Michelini torna invece nei panni della “Regina di Palermo” Rosy Abate, per la seconda stagione del fortunato spin-off di Squadra Antimafia.

Ma il vero colpo grosso per i telespettatori è il ritorno della ‘Dottoressa Giò’ interpretata da Barbara d’Urso, dopo 20 anni (l’ultima stagione andò in onda nel 1998): la nuova stagione, diretta da Antonello Grimaldi, attualizza le vicende di Giorgia Basile, con il medico che, ancora una volta, sarà al centro di una storia a metà tra il genere medico e quello d’indagine. Nella nuova serie in 4 puntate, la dottoressa Giò, ormai cinquantenne, torna a indossare il camice dopo essere stata assolta dalla querela del primario che aveva infangato la sua immagine.

Con ‘Liar’ invece (3 puntate prodotte da Indigo Film) approda sugli schermi italiani una fiction tratta dall’omonima serie anglo-statunitense che ha riscosso un brillante successo e che tratta un tema di grande attualità, come quello della violenza sessuale. La versione italiana, girata a Torino, è diretta da Gianluca Tavarelli (già regista di fiction di successo come Borsellino e Il giovane Montalbano). I protagonisti sono Greta Scarano e Alessandro Preziosi, che, dopo sette anni, torna alla lunga serialità Mediaset.

In Friuli apre invece il set di ‘Un bel luogo per morire’, fiction crime in 4 puntate, interpretata da Ambra Angiolini e Giorgio Pasotti. La serie è diretta da Pier Belloni (che ha firmato titoli come R.I.S. – Delitti imperfetti e Squadra Antimafia – Palermo oggi) è un’indagine che prende le mosse dalla scomparsa dell’adolescente Laura Mancini e che porterà alla luce i misteri di un piccolo borgo marittimo poco lontano dall’incantevole Trieste.

A Siviglia si è invece messa in moto la macchina produttiva della coproduzione internazionale in 7 puntate “Lontano da te”, romantic comedy che vede protagonisti Megan Montaner (l’indimenticabile Pepa de Il segreto) e Alessandro Tiberi (uno dei volti più promettenti della nuova generazione del cinema e della serialità italiana, già apprezzato in Boris e in Tutto può succedere). Nel cast anche Pamela Villoresi e gli attori spagnoli Rosario Pardo e Pepón Nieto. “Lontano da te” racconta una storia d’amore contemporanea sorprendente e caotica.

Sabrina Ferilli, diretta da Ricky Tognazzi, è invece protagonista di ‘L’amore strappato’, 3 serate le cui riprese partiranno a breve tra Liguria e Friuli Venezia Giulia (Lignano Sabbiadoro), tratte da un vero caso di cronaca, quello di un clamoroso errore giudiziario che vide un padre accusato ingiustamente di abusare della figlia. Dimostrata l’innocenza dell’uomo, una madre disperata si batterà contro il tempo e la burocrazia per ritrovare quella figlia che le hanno strappato e che, nel frattempo, è stata adottata da un’altra famiglia.