Medici 118, dalla Campania polemica contro le istituzioni

104
In foto Giuseppe Galano

“E’ il ‘paradosso’ italiano: qualcuno vuole premiarci con il Premio Nobel e altri vogliono trattarci come i più infimi evasori. Questa è l’Italia delle contraddizioni, un’Italia non madre ma matrigna, che ripudia i suoi figli, una volta eroi”. Così Giuseppe Galano, presidente dell’Aaroi-Emac Campania e responsabile del servizio 118 per la Campania, membro dell’Unità di crisi regionale per l’emergenza Covid-19, commentando la candidatura di infermieri e medici italiani al Nobel per la Pace 2021 proposta dalla Fondazione Gorbachev. Il riferimento di Galano è alla restituzione delle indennità per i medici del 118 in Campania dopo la pronuncia della Corte dei Conti che ne ha dichiarato l’illegittimità, con alcuni medici ai quali la Asl di riferimento ha chiesto cifre fino a 100mila euro.