Medici, a Napoli il summit degli otorinolaringoiatri del Centro-Sud

26

Prevenzione, diagnosi e trattamento delle complicanze che possono esserci per le patologie dell’otorinolaringoiatria. Sono questi i temi del diciassettesimo convegno dell’Aoico, associazione ospedaliera Italia centromeridionale otorinolangoiatrica, che si svolgerà a Napoli domani venerdì 29 gennaio e sabato 30. Saranno 70 gli esperti del settore, i medici specializzati in otorinolaringoiatria che si alterneranno negli interventi e nei panel. Tra loro anche molti primari delle più importanti realtà ospedaliere. “Ci troviamo spesso a operare e intervenire in piccoli spazi – spiega Giuseppe Panotti, presidente dell’Associazione – La nostra specialità è una delle prime nelle quali è stato usato il bisturi microscopico così come ottiche sia per il naso, sia per le orecchie“. 

Sarà dato spazio a report di casi clinici e sule modalità con cui sono stati risolti – continua Panotti – per fornire a chiunque ne avesse bisogno un riscontro immediato per la soluzioni di eventuali criticità“. Sarà dedicata una sezione anche alla pediatria e ai medici di base per valutare anche le esperienze mediche ambulatoriali. Quest’anno saranno anche consegnate delle targhe per premiare decani della branca otorinolaringoiatrica. Sono Francesco Grande, Francesco Laurini e Carlo De Vita.