Meeting dei ‘Grandi Ospedali’, al Cardarelli centinaia tra scienziati, professionisti, manager e comunicatori/ DIRETTA

196
in foto l'ospedale Cardarelli (Imagoeconomica)

Centinaia di partecipanti tra scienziati, professionisti, manager e comunicatori, per due giorni di workshop, dibattiti e oltre 40 laboratori tematici. Sono le coordinate del terzo Open meeting dei “Grandi Ospedali”, l’evento organizzato da Koncept oggi e domani a Napoli (presso l’Aorn Cardarelli oggi e l’Università Federico II domani) e che vede in questa edizione la collaborazione dell’AORN Cardarelli, dell’AOU Federico II e dell’Università Federico II. Iscritti in qualità di partecipanti attivi ai diversi tavoli oltre 600 operatori specializzati. Alla giornata inaugurale prendono parte la vicepresidente del Senato, Maria Domenica Castellone, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e Giovanni Migliore, presidente nazionale di FIASO (Federazione Italiana Aziende Sanitarie ed Ospedaliere).

Moltissimi i temi che verranno trasversalmente trattati e che spaziano dalla digitalizzazione e innovazione – con un’attenzione precipua per l’avvento dell’Intelligenza artificiale in sanità – alla gestione della filiera dell’assistenza sanitaria, dal posizionamento nel contesto sociale alla sostenibilità dei percorsi assistenziali. In totale, durante la due giorni, saranno 9 le macro-aree lungo le quali si articolerà la riflessione comune, destinata poi ad essere esplosa nel dettaglio attraverso 42 laboratori tematici. “Si tratta di un evento – ha detto Paolo Petralia, vicepresidente vicario FIASO – che riesce a coagulare ogni anno molte tra le figure top level a livello nazionale nel segmento della salute, dal nord al sud. Dopo la prima edizione a Firenze e la seconda a Roma, arriviamo a Napoli per proseguire un percorso verso l’innovazione di questi ospedali che sono grandi per i contenuti di valore che ospitano e che qui vengono affrontati in modo integrato”.

Durante l’evento, sarà dedicato uno spazio agli ambassador della Sanità, tra cui i direttori generali dei Grandi Ospedali italiani, selezionati in base alle classifiche di Newsweek del 2022 e del 2023, oltre ai direttori che hanno contribuito all’avvio del progetto. L’edizione del 2024 continuerà questa tradizione nominando nuovi ambassador, secondo la classifica di quest’anno. Ciascun leader si impegna a promuovere l’innovazione e le nuove partnership nel settore sanitario, favorendo la condivisione di conoscenze e migliori pratiche.