‘Mejo del Trono di Spade’, i meme sulla crisi di governo

41

(AdnKronos) – Giorni di discussioni per i partiti politici, impegnati nella ricerca di una nuova maggioranza o di una soluzione definitiva a questa agostana crisi di governo. La parola d’ordine è serietà, certo, ma non per il web che si esibisce, invece, in divertenti meme che non risparmiano proprio nessuno.

Dal made in Osho, fino al ” gli italiani la prendono a ridere, per quanto possibile. Uno dei soggetti più amati è proprio il Capo dello Stato. Così c’è un Mattarella che attende alla porta del Quirinale, ma invece di ricevere la presidente Casellati si vede arrivare incontro Daenerys Targaryen dal ‘Trono di Spade’ (credits: ‘Comunisti per Danerys Targaryen’). E ancora eccolo tendere la mano a un’immagine della Madonna con la didascalia “Il presidente accoglie la delegazione della Lega” (‘Bufala News’).

“Il problema adesso è dove piazzare Salvini perché praticamente non parla più con nessuno”, la citazione è messa in bocca a ‘Miranda Priestly’, il personaggio interpretato da Meryl Streep nel ‘Diavolo veste Prada’, e una delle sue più note frasi viene ceduta al leader della Lega, sempre più solo (‘Sapore di male’). Restando sui film celebri c’è anche Harry Potter, nell’immagine i tre maghetti osservano una della figurine delle ‘Cioccorane’ che ritrae Salvini, Di Maio e Conte, e uno di loro esclama: “Ho trovato il governo gialloverde!”, ma poco dopo le figure scompaiono e Ron Weasley sentenzia: “Beh non puoi pretendere che resti lì tutto il giorno” (‘Sapore di male’).

Ecco poi Luigi Di Maio, in un frame del video in cui presentava il ‘mandato zero’, con una nuova didascalia: “Tutti gli insulti rivolti al Pd non contano, sono insulti zero”, in riferimento ai tentativi di accordo delle ultime ore (‘AQTR’). Su Facebook si prendono in prestito le parole del successo estivo di Elodie con Marracash – ‘Margarita’ – e si riadattano all’intervento di Giuseppe Conte: “Con un fiore tra le dita, bevi un altro margarita poi mi dici che è finita” (‘AQTR’).

Tra i versi usati c’è anche la canzone di Coez ‘La musica non c’è’, riadattata al ‘divorzio’ Di Maio-Salvini. “E sembra stupido ma ci credevo e ci credevi anche te”, dice con sguardo triste il capo dei Cinque Stelle al suo ormai ex collega, e il meme è fatto (‘Shampismo Hegeliano’). Poi c’è ancora Osho, che immagina il dialogo tra Zingaretti e Di Maio sull’accorso, e il primo dice al secondo: “Devo fa pippa su tutto vè?”, e l’altro: “Temo di sì” (‘Il tempo di Osho’).

Si chiude con il presidente Trump che dal suo ufficio guarda con interesse il discorso di Conte in televisione e sentenzia in romanesco: “Nun me riesco a scollà! ‘Ste ultime puntate so meglio del Trono di Spade!” (‘Le perle di Trump’). Come non essere d’accordo.