Melito, il candidato sindaco Amente: Polemiche? Ho lasciato il centrodestra 3 anni fa

447
 
“Già da tre anni ho preso le distanze dal centrodestra e infatti due anni fa ho sostenuto De Luca. Oggi sono leader di una coalizione di centrosinistra a Melito, ma io sono sempre stato democristiano e ci tengo a dire che lo sono ancora”. Risponde così all’ANSA Antonio Amente, candidato sindaco designato dal Pd a Melito. La sua candidatura ha scatenato critiche visto che era già stato sindaco con il centrodestra. Il sostegno ad Amente è stato deliberato dal voto degli iscritti a Melito: “Un caso unico tra gli iscritti – spiega Amente – di consultazione tra gli iscritti che con il 70% hanno sostenuto il mio nome. E’ stato un momento di democrazia importante”. “La polemica politica – prosegue Amente – contro di me è stata sollevata dagli scissionisti di Articolo 1, che sono già in campagna elettorale contro di me. Io rivendico di essere passato al centrosinistra e nel 2015 con Campania in Rete siamo stati determinanti per la vittoria di De Luca. Sono stato anche il più votato a Napoli, ma il seggio in consiglio regionale è scattato a Caserta. Queste polemiche, quindi, sono fuori luogo, sono circa tre anni che sono in contatto con il centrosinistra e ho rapporti buoni con i consiglieri del Pd, compreso lo stesso ex sindaco Carpentieri, nonostante gli scontri che abbiamo avuto quando lui era all’opposizione in Comune”.