Meridiana, firmato l’accordo: via libera all’ingresso di Qatar Airways

51

Meridiana vola verso Qatar Airways. Dopo una vera e propria corsa a ostacoli durata mesi, a spianare la strada alla nuova partnership con l’aviolinea di Doha è l’accordo quadro sottoscritto oggi al Mise da Governo, azienda e sindacati confederali e sigle professionali. A non sottoscrivere l’intesa è stata l’Usb.
L’accordo delinea il perimetro industriale e fissa il numero degli esuberi sotto quota 400 unità, esattamente 396 rispetto ai 955 iniziali. Per i lavoratori di Meridiana Maintenance, gli esuberi scendono da 75 a 30 unità e ci potrà essere una ulteriore significativa riduzione grazie all’impegno dell’azienda ad introdurre di nuovi contratti part-time a tempo indeterminato. Gli esuberi degli assistenti di volo si attestano a 325 unità e quelli degli addetti di terra a 41 unità mentre non ci sono esuberi per i piloti. All’azienda è stato imposto il vincolo del diritto di prelazione per 36 mesi per l’assunzione dei lavoratori in mobilità.
L’intesa definisce anche il nuovo contratto di lavoro che aveva rappresentato uno degli scogli sui quali il negoziato, insieme al nodo delle eccedenze di personale, ha pericolosamente rischiato di arenarsi. Il contratto avrà una vigenza triennale rispetto ai 5 anni inizialmente prospettati. Per i piloti con la retribuzione più alta è previsto un taglio del 20% dello stipendio. Parallelamente i piloti Air Italy, che ad oggi potevano contare su stipendi inferiori, vedranno incrementato il loro salario.
Come ha spiegato il viceministro dello Sviluppo economico, Teresa Bellanova, che per il Governo ha firmato l’intesa insieme al ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio, per i dipendenti in mobilità sono previste retribuzioni per un importo mensile pari all’80% dell’ultimo stipendio lordo, per 2 anni. A questi, si aggiungono altri 2 anni sempre all’80% grazie al Fondo Volo.