Messico, Auriga porta l’e-banking italiano in Centro America

78
In foto Vincenzo Fiore

Auriga, software house italiana che vende soluzioni per la banca multicanale, apre due nuove sedi in Spagna e in Messico. Auriga Iberia e Auriga LatinAmérica hanno il compito di espandere il mercato di Auriga ad un numero sempre maggiore e differenziato di clienti, consolidando la presenza dell’azienda all’estero. Inoltre, le due nuove sedi porteranno avanti l’integrazione nel portfolio Auriga della soluzione di cybersecurity “Lookwise Device Manager” (Ldm), piattaforma e business unit acquisita dalla spagnola S21sec. A seguito di questa espansione l’azienda oggi conta complessivamente circa 400 dipendenti. “Queste aperture – ha detto il ceo di Auriga, Vincenzo Fiore – sono in linea con gli investimenti in corso volti a promuovere le nostre soluzioni sul mercato spagnolo e latino-americano. La situazione di emergenza legata alla pandemia ha messo in luce, come mai prima d’ora, il potere della tecnologia e la sua capacità di aiutare il settore finanziario a fornire un servizio eccellente ai suoi clienti, in qualsiasi situazione, garantendo sempre la massima sicurezza. Noi siamo parte di questa evoluzione raggiunta oggi dal settore, accompagnando da tempo le banche nel loro percorso di trasformazione digitale. Ci proponiamo quindi di essere degli abilitatori di innovazione anche per gli istituti spagnoli e latinoamericani, per aiutarli nel loro percorso verso la filiale del futuro”.