Metroart, alla scoperta della stazione Materdei: guida alle comprensione dei capolavori. Ora ci sono gli esperti

47
in foto l'opera di Spalletti, Colonna persa

Da mercoledì 3 e per tutto il mese di maggio prende il via la nuova iniziativa “Metroart speciale Maggio 2023. Alla scoperta della stazione Materdei” dedicata al patrimonio artistico-architettonico della spettacolare stazione della metropolitana Linea 1 progettata dall’Atelier Mendini.

Il progetto nasce dalla cooperazione istituzionale tra Azienda Napoletana Mobilità e Friends of Naples Onlus, associazione impegnata nella promozione della conservazione dei beni artistici di Napoli. Grazie all’accordo di collaborazione con Comune di Napoli e Anm per la salvaguardia del patrimonio artistico della stazione, FoN-Friends of Naples Onlus ha già finanziato i cantieri di restauro sulle opere “Colonna persa” di Ettore Spalletti e “Splotch, non geometric form #8” di Sol LeWitt. Gli interventi sono stati realizzati dalla Scuola di Restauro dell’Accademia di Belle Arti di Napoli e da ANM nell’ambito della Convenzione per l’alta formazione, conservazione e valorizzazione del patrimonio di arte contemporanea delle Stazioni dell’Arte.

La cooperazione in rete per la salvaguardia e valorizzazione di questo patrimonio della città prosegue e si rinnova oggi con un programma di divulgazione e didattica dell’arte, che tutti i giorni del mese di maggio, dal lunedì al sabato nella fascia oraria tra le 10,30 e le 12,30 offrirà gratuitamente ad utenti abituali e turisti l’opportunità di approfondire la conoscenza delle architetture e delle opere d’arte della stazione Materdei.

Grazie al sostegno di Friends of Naples, un team di giovani laureate in Didattica e mediazione culturale del patrimonio presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli, formate da Anm sulle opere di Materdei, sarà in stazione per accompagnare curiosi e viaggiatori alla scoperta di una raccolta d’arte pubblica unica al mondo e delle attività di restauro realizzate o in fase di progettazione, sensibilizzando alla tutela e alla valorizzazione collettiva di un bene identitario della città di Napoli.