Mezzogiorno, De Vincenti: Il rischio è un degrado urbano più forte

50
 
“Il rischio di degrado urbano è decisamente più accentuato nel Mezzogiorno”, afferma il ministro della Coesione territoriale, Claudio De Vincenti, alle presentazione dell’ebook dell’Istat “Forme, livelli e dinamiche dell’urbanizzazione in Italia. De Vincenti sottolinea come in particolare l’area urbana di Napoli sia “caratterizzata da una saturazione dal punto di vista del consumo del suolo e della densità abitativa sostenibile”. Nel rapporto, l’Istat indica che, nel sistema locale napoletano, “la superficie delle località occupa circa il 45% del territorio e, nella rimanente parte, la densità di popolazione supera i 53 abitanti per chilometro quadrato, descrivendo una forma di insediamento che approssima la saturazione dello spazio”.