“Mi candido alle primarie Pd”, spunta Dario

9

Roma, 8 ott. (AdnKronos) – “Quanto state per leggere qui sotto potrà sembrarvi uno scherzo, ma non lo è. Ve la faccio estremamente breve e arrivo subito al punto: mi candido alle . Lo faccio per una serie di motivi abbastanza semplici e, allo stesso tempo, cruciali”. Lo annuncia sul suo profilo Facebook Dario Corallo, 30 anni, componente della segreteria dei Giovani democratici.

“Sono 6 mesi che aspettiamo che qualcuno si renda conto che abbiamo preso il 18%. È inutile dire ‘abbiamo capito’ se poi ci prepariamo a celebrare Congressi con gli stessi che hanno distrutto tutto. Prima di qualsiasi proposta e di qualsiasi slancio occorre dirci con chiarezza che è necessario un azzeramento di ciò che il Pd è stato fino a oggi – scrive Corallo – Basta con un partito forte con i deboli e debole con i forti. Basta con la cooptazione clientelare della classe dirigente. Basta con i notabili che con il controllo di pacchetti di tessere preservano la loro posizione indipendentemente da chi svolge il ruolo di Segretario nazionale”.

“Noi siamo un gruppo di persone pronte a candidarsi perché crediamo ancora nelle ragioni fondative di questo Partito. Per farlo dobbiamo liberarci dei dirigenti nazionali che lo hanno tenuto in ostaggio in questo decennio e di quelli intermedi che hanno obbedito a tutto con toni entusiastici in una sindrome di Stoccolma – prosegue Corallo – Lo faremo senza mezzi, contro questo spettacolo ridicolo di dirigenti fallimentari che oggi chiedono di poter continuare a governare questo partito spacciandosi per il nuovo che avanza”. Corallo conclude: “Se in definitiva siete alla ricerca di un partito diverso dalla topaia che vediamo tutti i giorni, uniamoci per far essere davvero nuovo il Partito democratico!”.