“Mi sento un miracolato”

9

Stromboli, 4 lug. (AdnKronos) – di Rosanna Locastro”Mi sento un miracolato. Abbiamo sentito una forte esplosione e abbiamo iniziato a correre. Ho capito subito che era un evento eccezionale. C’era una pioggia di fuoco”. A raccontarlo è Thiago Takeuti, il ragazzo brasiliano di 35 anni sopravvissuto ieri all’esplosione del vulcano a Stromboli. Ancora sotto choc e con il corpo ricoperto di graffi, racconta con la voce tremante quei “terribili istanti”. Insieme a lui c’era Massimo Imbesi, il coetaneo di Milazzo che invece non ce l’ha fatta.