Michelin presenta il CrossClimate di seconda generazione per i Suv

37

BRESCIA (ITALPRESS) – Una nuova offerta per coniugare durabilità, sicurezza e sostenibilità. Sono questi i presupposti della nuova linea di pneumatici CrossClimate della Michelin presentati oggi all’autodromo di Bargnana vicino a Brescia. Questi nuovi prodotti sono stati progettati per aiutare i clienti nella scelta tra cambi stagionali o pneumatici adatti a tutte le stagioni. E’ stata offerta la possibilità di testarli per sperimentare l’alto livella di aderenza ai vari tipi di terreno e a cambiamenti improvvisi nella guida: da un percorso ad ostacoli a velocità sostenuta a quelli su terreno sdrucciolevole (tipico del climi invernali) fino allo sterrato. “Oggi completiamo il rinnovamento della gamma CrossClimate. Abbiamo presentato la seconda generazione del pneumatico all-season sviluppato appositamente per i suv. Rispetto al suo predecessore, andiamo a migliorare ulteriormente tutte le performance”, ha spiegato Antonio di Benedetto, responsabile prodotto Michelin Italia.
E proprio le prestazioni di questi nuovi pneumatici registrano dati importanti sia con i vecchi modelli sia al confronto con i concorrenti: migliorano “in particolare la durata chilometrica, la frenata sul bagnato per il nuovo, la frenata e trazione su neve sia da nuovo che da usurato”. Di Benedetto ha anche illustrato i dati economici dei prodotti Michelin in Italia. Tra il 2015 e il 2021 il mercato dei pneumatici ha segnato un -14,1%, pur registrando valori nettamente positivi per il settore dei suv (+77%) e dei pneumatici da 18 pollici (+102%).
Invece “il mercato all-season ha conosciuto e conosce un boom: nell’ultimo periodo è sempre stato in crescita a partire dal 2016, conoscendo una battuta di arresto nel 2020 per la pandemia ma che nel 2021 ha recuperato ampiamente”, ha spiegato il responsabile Michelin. Qui sempre tra il 2015 e il 2021 si è avuto un +180%, con un picco del 447% per il mercato all season dei suv.
Dal punto di vista tecnico, i nuovi pneumatici sono caratterizzati da una maggiore densità di silice per adattarsi meglio alle diverse condizioni meteo, canali a V per agevolare il drenaggio dell’acqua e la frenata sul bagnato e un battistrada per massimizzare l’area di contatto e quindi aumentare la durabilità del pneumatico. “I nostri prodotti, unitamente ad una durata chilometrica ed elevate prestazioni in termini di sicurezza, vanno a rispondere anche alle esigenze di sostenibilità, un tema importante che è riconosciuto e richieste dagli automobilisti”, ha aggiunto di Benedetto.
Proprio sulla sostenibilità, i nuovi pneumatici “sono testati da usurato per offrire una maggiore trasparenza per quanto riguarda le prestazioni a fine vita. Questo significa che il consumatore è in grado di conoscere quali sono le sue prestazioni, usare in sicurezza il prodotto fino alla fine e sfruttarlo maggiormente con un risparmio anche economico”. “Rallentare il ciclo di sostituzione significa inoltre ridurre gli sprechi ambientali e le relative emissioni di CO2”, ha concluso.

foto: ufficio stampa Michelin

(ITALPRESS).