Microcredito per i Piccoli Comuni
207 adesioni, il record a Salerno

44

Il microcredito si allarga e si estende ai piccoli Comuni della Campania: sono 207 i comuni che hanno aderito alla bando della Regione Campania di cui Il microcredito si allarga e si estende ai piccoli Comuni della Campania: sono 207 i comuni che hanno aderito alla bando della Regione Campania di cui 68 in provincia di Salerno; 55 in provincia di Avellino; 51 Cinquantuno in provincia di Benevento; 31 in provincia di Caserta e 3 in provincia di Napoli. La misura, che si chiama “Microcredito Pi.Co”, che è finanziata con il contributo della Fondo sociale europeo 2007-2013, prevede uno stanziamento di 20 milioni di euro destinato alla costituzione o all’ampliamento di micro imprese sul territorio dei Comuni campani con una popolazione inferiore a 5000 abitanti. “Siamo la Regione che ha investito di più in Italia per un totale di 120 milioni – ha detto Severino Nappi, assessore regionale al Lavoro – Continuiamo a mettere in campo risorse con una misura, grazie ai cittadini che hanno già partecipato e stanno restituendo le somme e questo significa che la misura funziona“. La misura del microcredito, destinata a soggetti cosiddetti non bancabili, era già partita, infatti, due anni fa e prevedeva, così come prevede adesso per i piccoli Comuni, un fondo di rotazione. Si tratta, in sostanza, di un prestito che vada un minimo di 5000 euro un massimo di 25.000 euro che sarà concesso con tasso di interesse zero ed erogato in un’unica soluzione. Il rimborso del prestito avverrà con una rateizzazione mensile a partire dal settimo mese successivo all’erogazione. Per partecipare al bando, la preregistrazione sarà on-line a partire dal 23 febbraio 2015 attraverso il sito www.sviluppocampania.it. La presentazione delle domande, invece, sempre on line sarà possibile dal 2 marzo 2015 dalle ore le dieci e il ultimo è fissato per il 23 marzo 2015. L’esame delle domande sarà effettuato in ordine cronologico.