Microgravità, protocollo tra Marscenter e Federico II per la ricerca spaziale

125
in foto Giuseppe Morsillo, presidente Marscenter

Mercoledì 28 settembre, ore 11:00, presso la sede del Polo Tecnologico Fabbrica dell’Innovazione in Via E. Gianturco 31, si terrà la firma del Protocollo di Intesa tra la società spaziale Marscenter e l’Università degli Studi di Napoli Federico II – Dipartimenti di Agraria, Biologia, Ingegneria Elettrica e Tecnologie dell’Informazione.

Il Protocollo ha come obiettivo l’avvio di attività congiunta tra i firmatari di ricerca scientifica spaziale in condizione di microgravità in diverse aree tra cui: sperimentazioni su piante ed in particolare sulla loro riproduzione in ambiente spaziale; prevenzione e cura dell’osteoporosi e dell’artrite; investigazioni sulla riparazione del DNA da stress ossidativo in seguito a radiazioni cosmiche per la prevenzione della salute degli astronauti a lungo termine, sperimentazioni su cellule vive mediante tecniche di bioprinting nella prospettiva dell’abitabilità di un villaggio ecosostenibile sulla Luna; sperimentazioni cosmiche che si potranno verificare nei viaggi interplanetari; supporto alla robotizzazione di microlaboratori automatici per sperimentazioni multiple.

All’evento di mercoledì 28 parteciperanno rappresentanti del mondo delle istituzioni, della ricerca e dell’industria di settore tra cui Giovanna Aronne, Professore Ordinario di Botanica Ambientale e Applicata, Dipartimento di Agraria – Università degli Studi di Napoli Federico II; Luigi Carrino, Presidente Distretto Aerospaziale della Campania – DAC; Mario Cosmo, Direttore Scienza e Ricerca Agenzia Spaziale Italiana – ASI [in video call]; Geppino De Falco, Professore Ordinario di Biologia Applicata, Dipartimento di Biologia – Università degli Studi di Napoli Federico II ; Mariafelicia De Laurentis, Astrofisica, Deputy Project Scientist di Event Horizon Telescope; Annalisa De Simone, Dirigente UOD Startup Innovative ed Economia Digitale Regione Campania; Barbara Majello, Professore Ordinario di Genetica, Dipartimento di Biologia – Università degli Studi di Napoli Federico II; Giuseppe Morsillo, Presidente Marscenter; Bruno Siciliano, Professore Ordinario di Automatica, Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Tecnologie dell’Informazione – Università degli Studi di Napoli Federico II; Giovanni Squame, Presidente ALI.

Marscenter Srl
Microgravity advanced research and support centre, fondato nel 1988 da un’intuizione dei professori Luigi Gerardo Napolitano e Rodolfo Monti, è stato il centro di ricerca più avanzato in Italia e, tra i primi in Europa, nelle operazioni spaziali su payload scientifici e tecnologici e nella ricerca della Fisica dei Fluidi in condizioni di microgravità.
Dal suo centro di controllo localizzato nella zona industriale di Napoli est, gli scienziati della “piccola Nasa italiana”, progettarono e gestirono direttamente esperimenti a bordo di piattaforme spaziali quali lo SpaceLab, SpaceHab, Mir e la Stazione Spaziale Internazionale.
Dal 2019 la società è ripartita con il marchio storico che l’ha caratterizzata per decenni, grazie all’allora Presidente Marcello Spagnulo e le attività non si sono limitate solo alla microgravità ma si sono estesi anche alla ricerca e allo sviluppo di sistemi innovativi nel settore aerospaziale.
Presidente della società è attualmente Giuseppe Morsillo, che vanta trentanove anni di esperienza nel settore spaziale ricoprendo importanti incarichi presso l’Agenzia Spaziale Italiana – ASI, in qualità di Responsabile di Strategie, Relazioni Nazionali e Internazionali, delegato nazionale al Council dell’Agenzia Spaziale Europea – ESA che presso l’ESA, in qualità di Direttore Finanze, Controllo e Tecnologie dell’Informazione. Negli ultimi anni è stato altresì Presidente del Centro Italiano Ricerche Aerospaziali – CIRA e Vicepresidente dell’Associazione dei Centri di Ricerca Aerospaziali Europei – ESRE.
Presidente Onorario è il generale Roberto Vittori, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Questo accordo apre una prospettiva di fertilizzazione incrociata della ricerca in ambiente microgravitazionale tra Spazio, automazione, botanica e genetica – dichiara Giuseppe Morsillo, Presidente Marscenter – valorizzando le relative competenze del territorio e creando concrete opportunità di ricadute non solo in termini di conoscenza, ma anche in termini di benefici per la salute e di creazione di posti di lavoro qualificato. Intorno a questo innovativo network di competenze multidisciplinari è intenzione aggregare progressivamente le competenze nazionali ed europee di settore, sia industriale che scientifico.