Il Miglio d’Oro, docufilm in 3D sulla storia delle Ville Vesuviane

95

La storia delle Ville vesuviane con i successivi interventi di restauro che hanno dato nuova luce al litorale e ai paesaggi circostanti, dove compare anche uno spettacolare Vesuvio in eruzione: è il documentario in 3d ‘Il Miglio d’Oro’, presentato alle Scuderie di Villa Campolieto, sede della Fondazione Ente Ville Vesuviane. Il filmato, scritto da Benedetto Sicca e diretto da Marco Farace, commissionato dalla Fondazione Ente Ville Vesuviane e realizzato da Insonnia Team Animation Studios con il contributo del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, ha per narratore un artigiano, Roccocò, a cui ha prestato la voce l’attore Lucio Allocca, presente all’evento. Sullo schermo si susseguono alcuni ambienti della Reggia di Portici, Villa Vannucchi a San Giorgio a Cremano, il Parco sul Mare di Villa Favorita e l’esedra di Villa Campolieto con lo scalone che conduce al piano nobile, così come era un tempo e successivamente interessata da importanti interventi di restauro che l’hanno restituita all’antico splendore. Tra le immagini anche la prima ferrovia che nel 1839 collegava Napoli a Portici, la fase di decadenza con l’avvio delle costruzioni edilizie tutto intorno fino all’epoca in cui è avvenuto il recupero e il restauro delle ville storiche. Dopo la proiezione del filmato in 3d, sono stati illustrati i nuovi percorsi didattici e di fruizione delle Ville a cura della Fondazione che si snoderanno tra Villa Campolieto e Villa delle Ginestre, dimora leopardiana a Torre del Greco (Napoli). “Una azione coordinata tra Villa Campolieto e Villa delle Ginestre per offrire una accoglienza maggiore a studenti e visitatori anche attraverso la proiezione di un filmato in 3d”, dice il direttore generale della Fondazione Ente Ville Vesuviane, Paolo Romanello. I percorsi prevedono, tra l’altro, una caccia al tesoro in Villa Campolieto per far conoscere la residenza vanvitelliana e i suoi personaggi storici. A Villa delle Ginestre sono in programma laboratori didattici sulla scrittura creativa oltre ad attività nell’orto e in cucina, per finire a dicembre con le creazioni artigianali di presepi. L’evento chiude la 17/a edizione di ‘Natale in Villa’ promossa per il Festival delle Ville Vesuviane.