Migranti: Casarini (Mediterranea), ‘Lega disco rotto, Libia come Afghanistan e ora evacuazione’ (2)

10

(Adnkronos) – Da oltre un mese migliaia di rifugiati stanno protestando davanti agli uffici dell’Unhcr a Tripoli. “Chiedono ai Governi europei e alle Nazioni Unite di essere evacuati e di non dover tornare a morire nei campi di concentramento – sottolinea il capomissione di Mediterranea Saving Humans -. Ci sono tantissimi bambini che soffrono davanti ai nostri occhi. Se non vogliamo affidare questi esseri umani alle mafie degli scafisti è questo il momento di agire”. Poi l’appello. “L’Italia che si fa carico in queste ore da sola dell’accoglienza di tante persone – conclude -, ora batta i pugni sui tavoli europei per chiedere questo: una grande operazione europea che salvi dall’orrore questi nostri fratelli e sorelle e che permetta anche alla Libia di prendere la strada della democrazia e del rispetto dei diritti umani”. (di Rossana Lo Castro)