Milizie pro-Kiev rivendicano presa di villaggio al confine con Russia

11


E la Russia ne rivendica uno nella regione orientale di Donetsk

Roma, 12 mar. (askanews) – Le forze volontarie filo-ucraine affermano di essersi impadronite di un villaggio di confine in Russia, trasmettendo su telegram immagini aeree in cui si vedono uomini che corrono in un campo coperto di neve, accompagnate da un messaggio in cui si dice che i soldati russi stanno lasciando le loro posizioni e stanno abbandonando le loro attrezzature pesanti.Gruppi di combattenti pro-Kiev, composti da russi contrari al Cremlino, sostengono di essere entrati nelle regioni di Kursk e Belgorod, mentre Mosca dichiara di aver lanciato razzi e artiglieria per sventare i tentativi di incursione.Allo stesso tempo, la Russia, a pochi giorni dalle elezioni presidenziali, ha dichiarato che le sue forze hanno catturato il villaggio di Nevelske nella regione orientale di Donetsk, in Ucraina, dove le truppe di Mosca hanno recentemente guadagnato terreno, sfruttando la carenza di munizioni dei soldati ucraini. “In direzione di Donetsk, le unità del gruppo di truppe Sud hanno liberato attivamente la località di Nevelské nella Repubblica Popolare di Donetsk e vi hanno occupato linee e posizioni più favorevoli” ha detto Sergei Rumantsiev, ufficiale superiore del centro stampa della divisione.