Mise, autorizzati i primi 4 accordi per “Space economy”: investimenti per 30 milioni

244
(foto fonte: www.mise.gov.it)

“Con la firma del decreto che autorizza la sottoscrizione dei primi 4 Accordi per l’Innovazione del Piano “stralcio” Space Economy, si da’ impulso a questo programma in un settore sempre piu’ strategico nella politica industriale. Questi accordi coinvolgono imprese e le Regioni Lazio, Campania, Emilia Romagna e Sardegna e finanziano investimenti per 30 milioni di euro. Altri 5 Accordi, per un valore di circa 40 milioni di euro, sono in fase istruttoria. Questi Accordi per l’Innovazione finanziano il progetto di telecomunicazione istituzionale satellitare Mirror GovSatCom e le Regioni coinvolte nel Protocollo di intesa per la sua attuazione sono Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sardegna, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta e la Provincia Autonoma di Trento”. Cosi’ Gian Paolo Manzella, Sottosegretario allo Sviluppo economico, in merito all’autorizzazione alla sottoscrizione da parte del Mise dei primi 4 Accordi per l’Innovazione del Piano “stralcio” Space Economy, finanziato con 349 milioni di euro del Fondo Sviluppo e Coesione e 150 milioni delle Regioni interessate e che coinvolge, oltre al MISE e a queste ultime, le imprese, ASI, gli utenti istituzionali che utilizzano i servizi spaziali (Protezione Civile, Ministero dell’Ambiente, Ministero della Difesa). Altri due progetti del Piano Space Economy, Mirror Copernicus, una infrastruttura abilitante i servizi legati all’osservazione della terra e I-CIOS – Commercial In Orbit Servicing per fornire servizi di manutenzione satellitare, sono pronti per essere avviati.