Il Mise a caccia di esperti in blockchain: via al bando

103
Aerial View of the Network of the Office Building

Il ministero dello Sviluppo Economico (Mise) ha pubblicato un avviso pubblico per la manifestazione di interesse per la selezione di 30 componenti del Gruppo di esperti di alto livello per l’elaborazione della strategia nazionale sulle tecnologie basate su registri distribuiti e blockchain.

Dopo l’adesione dell’Italia alla partnership europea Blockchain Partnership Initiative promossa dall’Unione europea, e prendendo le mosse dalle iniziative dell’Unione, il prossimo passo del MISE, come già avvenuto per l’Intelligenza artificiale, è l’adozione di una Strategia Nazionale per le distributed ledger technologies (Dlt) e la blockchain, da elaborare avvalendosi di un Gruppo di esperti che approfondisca policy e strumenti sui diversi temi connessi allo sviluppo e all’adozione di tecnologie DLT e blockchain, soffermandosi in particolare su obiettivi ben precisi: individuare iniziative private già esistenti a livello nazionale, monitorarle e analizzarne gli sviluppi e le ricadute socio-economiche; individuare use case relativi all’utilizzo delle DLT nel settore pubblico al fine di promuoverne la diffusione; individuare buone prassi sviluppatesi sulle tecnologie in parola elaborando strumenti per diffonderne l’applicazione; approfondire le condizioni necessarie per promuovere la ricerca, lo sviluppo, l’impiego, l’adozione ed il mantenimento del carattere decentralizzato delle DLT e in particolare della blockchain in modo da incrementarne e accelerarne la diffusione nei servizi pubblici e privati; elaborare gli strumenti necessari per creare e favorire le condizioni economiche, politiche e regolatorie affinche? cittadini e imprese, in particolare Pmi e start-up, possano beneficiare del potenziale rappresentato dalle funzionalità di queste tecnologie; elaborare strumenti tecnici e normativi volti a diffondere l’applicazione degli smart contract.

Il Mise ritiene infatti priorità fondamentale per il nostro Paese conoscere, approfondire e affrontare il tema delle Dlt e della blockchain, nonché aumentare gli investimenti pubblici e privati in tale direzione e nelle tecnologie strettamente connesse alle stesse.

Per assicurare trasparenza e poter beneficiare della massima condivisione e del contributo dell’intera comunità di interesse, la Strategia Nazionale Blockchain, una volta elaborata, sarà poi sottoposta a consultazione pubblica.
I soggetti interessati a presentare la propria candidatura possono farlo entro il 28 ottobre 2018.