Missile teleguidato contro il mieloma multiplo, disponibile anche in Italia

12

Roma, 30 nov. (Adnkronos Salute) – Missili teleguidati, progettati cioè per arrivare dritti al tumore con l’obiettivo di eliminarlo. Non solo. Colpiscono attraverso un meccanismo innovativo, in una sorta di partita a risiko con la malattia: prima vanno a rilevare un “bug”, un punto debole sulla superficie della cellula patologica, un varco non protetto, dove si infilano per rilasciare citotossine, anche 10.000 volte più potenti della chemioterapia standard, senza toccare i tessuti sani o riducendo al minimo i danni. Non è un film futuristico, così agiscono gli anticorpi farmaco-coniugati, l’ultima frontiera dell’immunoterapia contro il mieloma multiplo. Belantamab mafodotin, ora disponibile anche in Italia, è una di queste “armi” intelligenti, spiega Gsk in una nota.