Mobilità per disoccupati over 35: Reactivate, bando da 2,5 milioni

38


Si chiama “Reactivate” ed è il bando lanciato per il secondo anno consecutivo dalla Commissione europea con l’obiettivo di testare la fattibilità di uno schema di mobilità professionale intra-Ue per disoccupati over 35 che offra opportunità di lavoro, tirocinio e apprendistato in paesi diversi da quello di origine per gli adulti in condizioni vulnerabili quali la disoccupazione di lungo periodo.
Progetti finanziabili
I progetti da finanziare dovranno, pertanto, riguardare il collocamento lavorativo oltre ad almeno una delle seguenti misure: collocamento in tirocinio, collocamento in apprendistato.

Azioni finanziabili
I progetti dovranno includere una serie di azioni: attività di informazione rivolte ai gruppi target e in particolare ai datori di lavoro e ad altri stakeholder interessati a condividere opportunità e offerte di lavoro con il consorzio del progetto; attività di informazione sulle opportunità professionali di “Reactivate” e l’assistenza disponibile per i cittadini Ue over 35; cooperazione con altre organizzazioni che intendono agire come moltiplicatori dell’informazione su “Reactivate” (sindacati, associazioni dei lavoratori, Camere di commercio, enti di formazione professionale); sviluppo e fornitura di un pacchetto completo di servizi per la mobilità che combini misure di attivazione personalizzate e sostegno finanziario diretto sia al gruppo target (cittadini dell’Ue over 35) che ai datori di lavoro (in particolare Pmi); fra le misure di attivazione all’interno del pacchetto, almeno servizi di informazione e assistenza sulle opportunità di lavoro, di incontro domanda-offerta e di preparazione del collocamento/assunzione in un certo numero di Stati membri che contemplano posti di lavoro, apprendistati e tirocini; sostegno finanziario diretto sia al gruppo target che ai datori di lavoro relativamente a voci specifiche; attività per testare la fattibilità di servizi e misure per l’assunzione di candidati in apprendistato o tirocinio in un altro Paese.

Chi può partecipare
Possono partecipare al bando persone giuridiche stabilite in uno degli Stati membri Ue. Più in particolare, possono essere lead applicant di progetto servizi per l’impiego (pubblici e privati) o organizzazioni specializzate di collocamento la cui attività principale consista nella fornitura di informazioni, nel reclutamento, nell’incontro domanda-offerta e nell’assistenza pre e post assunzione a chi cerca/cambia lavoro, ai tirocinanti, agli apprendisti e ai datori di lavoro. Co-applicant di progetto possono essere, invece, organizzazioni pubbliche e private, incluse le parti sociali, che forniscono servizi come quelli del lead applicant o servizi complementari orientati all’utenza in altri ambiti di assistenza, quali la formazione, l’orientamento professionale, il mentoring, la consulenza legale, il sostegno all’integrazione o altro equivalente.
I progetti devono essere realizzati da un consorzio costituito da almeno tre partner (il lead applicant + due co-applicant) stabiliti in tre diversi Stati Ue.

Durata e risorse
La durata dei progetti deve essere di 18 mesi, indicativamente con inizio tra novembre 2017 e gennaio 2018.
Il budget a disposizione del bando è pari a 2,5 milioni di euro con i quali si prevede di finanziare da 1 a 4 progetti.
Per ciascun progetto il contributo Ue potrà coprire fino al 95 per cento dei costi totali ammissibili e il contributo minimo sarà indicativamente di 500mila euro.

Scadenza
La scadenza per la presentazione delle candidature è fissata al 23 giugno 2017.
http://ec.europa.eu/social/main.jsp?catId=629&langId=en&callId=514&furtherCalls=yes


TABELLA
Risorse complessive
2,5 milioni di euro
Contributi
Minimo di 500mila euro
Cofinanziamento
Fino al 95 per cento dei costi totali ammissibili
Chi può partecipare
Servizi per l’impiego (pubblici e privati)
Organizzazioni specializzate di collocamento
Durata dei progetti
18 mesi, con inizio tra novembre 2017 e gennaio 2018
Scadenza
23 giugno 2017