Mobilità sostenibile: Atena, il distretto ad alta tecnologia di Napoli, tra le cento eccellenze made in Italy

74

La transizione che vive il nostro Paese viene raccontata da fondazione Symbola ed Enel, in collaborazione con Fca, attraverso cento storie di aziende, università, centri di ricerca e realtà del terzo settore che rappresentano la filiera della e-mobility. Tra queste storie di successo c’è anche Atena, il distretto di alta tecnologia nei settori ambiente ed energia, con sede a Napoli, che opera a stretto contatto con imprese, centri di ricerca e atenei. Atena, con l’Adler di Paolo Scudieri, ha convertito a idrogeno i veicoli Fiat Qubo e Piaggio Ape Classic, mentre con Enea e università di Napoli Parthenope ha sviluppato veicoli elettrici leggeri in linea con i paradigmi di sostenibilità, connessione e accessibilità. Per accelerare la transizione alla mobilità elettrica, Atena integra batterie e sistemi fuel cell alimentati a idrogeno. Nella sua offerta di tecnologie innovative troviamo HyBike, bici a pedalata assistita, che riesce a percorrere distanze superiori ai 100 km, HyScooter, motorino capace di viaggiare a circa 45 km/h per oltre 120 km, e HyBiga, trattorino industriale per la mobilitazione delle merci negli stabilimenti, stazioni ferroviarie, aeroporti. Tutti questi prototipi sono dotati di sistemi di rifornimento con cartucce intercambiabili che garantiscono autonomia al veicolo e sicurezza all’utente. In Europa, Atena, nel progetto H2PORTS, è responsabile dello sviluppo di un trattore a idrogeno per raggiungere quota zero emissioni nelle operazioni di logistica portuale. Atena ha anche sviluppato e brevettato un sistema ibrido di energy storage.
Le 100 cento eccellenze dell’e-mobility Made in Italy sono raccolte nella terza edizione di “100 Italian E-Mobility Stories 2020” presentata da Ermete Realacci, presidente di Symbola, Francesco Starace, amministratore delegato e direttore generale di Enel, Francesco Venturini, amministratore delegato di Enel X, Pietro Gorlier, chief operating officer Emea di Fca, Roberto Di Stefano, head of Emea-e-Mobility Fca, alla presenza del sottosegretario allo Sviluppo Economico, Alessandra Todde. “Raccontiamo un’Italia che gioca un ruolo di primo piano nel processo di transizione verso la mobilità sostenibile – ha commentato Francesco Starace, Ad e Dg di Enel – con 100 storie di idee, tecnologie e progetti portati avanti con passione e determinazione, che rappresentano un’importante opportunità economica e contribuiscono allo sviluppo del settore automobilistico e dell’intero Paese. La crescente concentrazione della popolazione mondiale in grandissime aree metropolitane chiede a gran voce un ripensamento di tanti stili di vita. Ciò passa necessariamente attraverso una mobilità sostenibile, pubblica e privata, che non sia dannosa per l’ambiente e che si annuncia prepotentemente e sempre più chiaramente elettrica”.