Mobilità, tecnologie a bassa emissione: dall’Ue 122 mln per decarbonizzare l’economia

54

Per la prima volta dalla creazione del Fondo per l’Innovazione, l’Unione europea sta investendo 118 milioni di euro in 32 piccoli progetti innovativi situati in 14 Stati membri dell’Ue, in Islanda e in Norvegia. Le sovvenzioni sosterranno progetti volti a portare sul mercato tecnologie a basse emissioni di carbonio nelle industrie ad alta intensita’ energetica, nel settore dell’ idrogeno, dello stoccaggio di energia e delle energie rinnovabili. Oltre a queste sovvenzioni, 15 progetti situati in 10 Stati membri dell’Ue e in Norvegia beneficeranno di un’assistenza allo sviluppo per un valore fino a 4,4 milioni di euro.
Il vicepresidente esecutivo Timmermans ha dichiarato: “Con gli investimenti odierni, l’Ue sta dando un sostegno concreto ai progetti di tecnologia pulita in tutta l’Europa per potenziare le soluzioni tecnologiche che possono aiutare a raggiungere la neutralita’ climatica entro il 2050. L’aumento del fondo per l’innovazione proposto nel Fit for Il 55 Package consentira’ all’UE di sostenere ancora piu’ progetti in futuro, accelerarli e portarli sul mercato il piu’ rapidamente possibile”. I 32 progetti selezionati per il finanziamento sono stati valutati da esperti indipendenti per la loro capacita’ di ridurre le emissioni di gas serra rispetto alle tecnologie convenzionali e d’innovare al di la’ dello stato dell’arte pur essendo sufficientemente maturi per consentire la loro rapida implementazione. Altri criteri includevano il potenziale dei progetti in termini di scalabilita’ ed efficacia dei costi. I progetti selezionati coprono un’ampia gamma di settori rilevanti per decarbonizzare diverse parti dell’industria europea e dei settori energetici. I 15 progetti che possono beneficiare dell’assistenza allo sviluppo sono stati valutati sufficientemente innovativi e promettenti in termini di capacita’ di ridurre le emissioni di gas serra, ma non ancora sufficientemente maturi per essere presi in considerazione per una sovvenzione.
Il sostegno, da fornire sotto forma di assistenza tecnica su misura da parte della Banca europea per gli investimenti, mira a far avanzare la loro maturita’ finanziaria o tecnica, in vista di un potenziale ripresentamento nell’ambito di futuri bandi del Fondo per l’innovazione. I progetti di successo nell’ambito del bando per progetti su piccola scala stanno iniziando a preparare accordi di sovvenzione individuali. Questi dovrebbero essere finalizzati nel quarto trimestre del 2021, consentendo alla Commissione di adottare la corrispondente decisione di assegnazione della sovvenzione e iniziare a erogare le sovvenzioni. I progetti hanno fino a quattro anni per raggiungere la chiusura finanziaria. Quelli cui invece viene offerta assistenza allo sviluppo nell’ambito del bando per grandi progetti saranno contattati dalla Banca europea per gli investimenti per concludere accordi individuali e consentire l’avvio del servizio nel quarto trimestre del 2021.