Molestie sessuali, chi è la donna che accusa Trump

9

(AdnKronos) – L’ombra degli abusi sessuali torna ad abbattersi su Donald Trump. Il Presidente degli Stati Uniti è stato citato oggi in giudizio da una donna che lo scorso anno lo accusò di molestie. Si tratta di Summer Zervos, ex reality star che già nell’ottobre del 2016 – proprio durante il rush finale della campagna elettorale per le presidenziali – rivelò pubblicamente che quasi 10 anni prima il tycoon la baciò “aggressivamente” per due volte durante un pranzo di lavoro nel suo ufficio di New York, e in un’altra occasione fece anche di peggio, arrivando a toccarle il seno mentre la baciava.

Nel gennaio scorso la Zervos denunciò Trump per averla diffamata con le sue dichiarazioni pubbliche in cui aveva affermato che la donna, insieme alle molte altre che si erano fatte avanti negli ultimi mesi della campagna elettorale, avevano mentito riguardo alle presunte molestie sessuali subite. Summer Zervos andrebbe quindi ad aggiungersi, stando a quanto sostiene Donald Trump, a quella lista di donne “bugiarde” che hanno accusato il Presidente di molestie sessuali.

La battaglia della Zevros nei confronti di Trump va avanti ormai da diversi anni. E’ stato in occasione della sua partecipazione come concorrente al reality show “The Apprentice”, nel 2006, che la donna ha conosciuto il futuro Presidente degli Stati Uniti, all’epoca imprenditore di successo. Il game show televisivo (di cui per un breve periodo è esistita anche una versione italiana con Flavio Briatore) vedeva Donald Trump nei panni del Boss che, seguito dai suoi collaboratori, doveva giudicare la preparazione di aspiranti uomini e donne d’affari nel loro tentativo di scalata al successo. In palio, un posto di lavoro in una delle società gestite da Trump. La Zervos ha partecipato alla quinta edizione del programma in qualità di restaurant manager ed è stata la prima ad essere ‘licenziata’ dal Boss per averlo interrotto più volte durante uno dei suoi discorsi.

Nata ad Huntington Beach in California, dove gestisce il suo ristorante, Summer Zarvos ha provato sulla propria pelle la rovina economica della sua famiglia e da quel momento ha deciso di rimboccarsi le maniche fino a diventare, nel giro di poco tempo e senza alcuna qualifica formale un’importante donna d’affari. La partecipazione al reality “The Apprentice” sarebbe stato quindi un modo per proseguire la sua scalata al successo, arrivando a lavorare per uno degli uomini più potenti d’America.

Alle accuse mosse dalla Zervos, Donald Trump ha risposto negando tutto. “Ricordo vagamente la signora Zarvos come uno dei tanti concorrenti del reality show”, ha spiegato Trump e gennaio, “Per essere chiaro, non l’ho mai incontrata in un albergo e non mi sono mai approcciato a lei in modo inappropriato. La persona che lei descrive non mi rappresenta”. Stando a quanto racconta il Presidente, sarebbe stata piuttosto la Zarvos a contattarlo nel corso di questi 10 anni, chiedendogli aiuto per il lavoro ed invitandolo a visitare il suo ristorante in California.