Monaco, il team Uniboat di Bologna vince l’Energy Boat Challenge

34

Il team UniBoAT ha vinto la Monaco Energy Boat Challenge 2021 classificandosi al primo posto in tutte le competizioni previste durante l’evento: 1 classificato nell’endurance, 1 classificato nello slalom, 1 classificato nella chempionship race e vincitore dello speed record nella categoria energy. UniBoAT (University of Bologna Argonauts Team) è un progetto dell’Università di Bologna che permette agli studenti e ai dottorandi di applicare le loro conoscenze per sviluppare soluzioni orientate alla mobilità sostenibile. Futura, l’imbarcazione realizzata dagli studenti Unibo, si basa su un propulsore che integra diverse fonti di energia, tutte a emissioni zero di C02, per alimentare un motore elettrico che spinge un catamarano monoposto. Tale propulsore dimostra come la chiave per la mobilita sostenibile, anche per applicazioni marine, è data da un mix di tecnologie oggi tutte disponibili: idrogeno ad alta pressione, batterie al litio di ultima generazione sviluppate dagli studenti e pannelli solari ad alta efficienza.

La vittoria in questa competizione – alla quale ha assistito anche il Rettore Francesco Ubertini – è il risultato di più di un anno di lavoro in cui gli studenti hanno prima simulato e progettato al computer i vari componenti, poi li hanno prodotti ed integrati, e quindi si sono dedicati alle fasi di test: inizialmente in laboratorio, quindi in un lago e poi finalmente al mare. Così ha commentato il prof. Nicolò Cavina che ha guidato il Team UniBoaT: “Siamo orgogliosi di rappresentare al meglio l’Ateneo di Bologna, la Regione Emilia – Romagna e l’Italia, in un contesto internazionale come quello del Monaco Energy Boat Challenge. È la prima volta che partecipiamo a questo evento, e questa vittoria ci spinge a continuare in questa direzione e a investire sui nostri studenti, per un futuro migliore, sostenibile e rispettoso del nostro pianeta”. Il progetto UniBoAT è nato nell’ottobre del 2019 con l’obiettivo di sviluppare un sistema di propulsione a zero emissioni per un catamarano monoposto. Promossa dall’Università di Bologna, l’iniziativa è un’attività di didattica innovativa guidata da Nicolò Cavina, professore al Dipartimento di Ingegneria Industriale, che coinvolge una squadra di dottorandi e studenti.