Mondragone, il mare marrone? Bonavitacola: Non è inquinamento, è l’azione naturale del fitoplancton

285
In foto Fulvio Bonavitacola

Il cambio di colorazione dell’acqua marina lungo il litorale domitio, in particolare nel Comune di Mondragone, segnalato nei giorni scorsi è stato determinato dall’azione naturale di fitoplancton particolarmente attivo per le perduranti ed elevate temperature stagionali. A sostenerlo è Fulvio Bonavitacola, vicepresidente della Regione Campania con delega all’Ambiente, per il quale “restano così escluse cause d’inquinamento per sversamenti di reflui”. “Ho subito chiesto ad Arpac – si legge nella nota di Bonavitacola – di effettuare prelievi ed esami e a Sma Campania di fare rilevazioni aeree mediante droni, estese anche ai corpi idrici superficiali con immissione nel litorale interessato”. I risultati delle indagini concomitanti di Arpac e Sma saranno riportati in apposito dossier visionabile da domattina sul sito di Sma Campania.